Iscrizione MailingList:
Aggiungi a preferiti
BiografiaProgrammaAttività parlamentareAttività consiliareArea StampaLink utiliContatti




  Biografia
  Programma
  Attività parlamentare
  Attività consiliare
  Area Stampa
  Link utili
  Contatti
 
LUGLIO 2018
D L M M G V S
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31
 
Archivio completo: Mediateca Mediateca
ELEZIONI REGIONALI 2012 - Intervista all'On. Vincenzo Marinello ELEZIONI REGIONALI 2012 - Intervista all'On. Vincenzo Marinello
 
ELEZIONI REGIONALI 2012 - SPOT On. Vincenzo Marinello ELEZIONI REGIONALI 2012 - SPOT On. Vincenzo Marinello
 
ELEZIONI REGIONALI 2012 - SPAZIO AUTOGESTITO On. Vincenzo Marinello ELEZIONI REGIONALI 2012 - SPAZIO AUTOGESTITO On. Vincenzo Marinello
 
500 - Internal server error.

500 - Internal server error.

There is a problem with the resource you are looking for, and it cannot be displayed.

VOLANTINO ELEZIONI REGIONALI 28 OTTOBRE 2012
 
500 - Internal server error.

500 - Internal server error.

There is a problem with the resource you are looking for, and it cannot be displayed.

SEGUIMI SU FACEBOOK
 
500 - Internal server error.

500 - Internal server error.

There is a problem with the resource you are looking for, and it cannot be displayed.

SEGUIMI SU TWITTER
 
500 - Internal server error.

500 - Internal server error.

There is a problem with the resource you are looking for, and it cannot be displayed.

SEGUIMI SU LINKEDIN
 
500 - Internal server error.

500 - Internal server error.

There is a problem with the resource you are looking for, and it cannot be displayed.

ASSEMBLEA REGIONALE SICILIANA
 
500 - Internal server error.

500 - Internal server error.

There is a problem with the resource you are looking for, and it cannot be displayed.

Il Partito Democratico in Sicilia
 
500 - Internal server error.

500 - Internal server error.

There is a problem with the resource you are looking for, and it cannot be displayed.

Partito Democratico
 
500 - Internal server error.

500 - Internal server error.

There is a problem with the resource you are looking for, and it cannot be displayed.

Foto Gallery
 

Area Stampa

_________________________________________________________________________
Sciacca, sabato 11 agosto 2012


COMUNICATO STAMPA - SALVO IL TRIBUNALE DI SCIACCA SODDISFAZIONE DELL'ON. MARINELLO


" Nell’apprendere la decisione del Governo di mantenere gli uffici giudiziari di Sciacca (Tribunale e Procura della Repubblica) esprimo al riguardo sentimenti di soddisfazione, di augurio e di gratitudine.
La soddisfazione scaturisce dal risultato positivo, cha fa premio a quelle forze politiche, e tra queste il PD cui appartengo, che si sono adoperate nelle sedi istituzionali proprie per sostenere le ragioni della necessità di preservare dalla scure della riforma gli uffici giudiziari della nostra città.
Certo, forse il risultato avrebbe potuto essere conseguito prima, considerato che la provincia di Agrigento ha espresso sino a tempi recenti un autorevole Ministro della Giustizia. Ma, come suol dirsi, meglio tardi che mai.
La gratitudine va a tutti coloro che, ad ogni livello istituzionale o civico, si sono adoperati a sostegno del mantenimento di detti uffici.
In primo luogo all’Ordine degli Avvocati, O.U.A., territoriale e nazionale, che ha lottato con il massimo impegno. La sua battaglia non era frutto di interessi corporativi, ma aveva il fondamento oggettivo, che è stato alla base delle decisione del Governo.
Parimenti va ringraziata la Magistratura, la cui valutazione pro tribunale di Sciacca è stata costante nel tempo a tutti i livelli.
Un ringraziamento va fatto anche al Comitato della Perriera, al personale dipendente in servizio al Tribunale di Sciacca, ai Sindaci e ai Consiglieri Comunali di Sciacca e del Circondario, per tutte le iniziative di sostegno intraprese.
Un ringraziamento esprimo, infine, all’On. Andrea Orlando, responsabile giustizia del PD, e all’On. Marilena Samperi, componente della Commissione Giustizia della Camera dei deputati, per il rispettivo e concreto impegno di sostegno istituzionale, nonché all’ARS, della quale faccio parte, che ha approvato la mozione da me presentata, con altri deputati, per “opportune iniziative volte ad impedire la soppressione del Tribunale e della Procura di Sciacca”.
Un sentimento di personale gratitudine esprimo al Presidente della Repubblica per l’attenzione riservata al problema, a suo tempo prospettatagli.
Le iniziative sono state tante e tutte convergenti: il che dimostra che l’unità d’azione per un fine di comune interesse dà sempre buoni risultati.
I “chicchirichì” solisti sono pertanto tanto deboli, quanto inopportuni.
Infine l’augurio di buon e sereno lavoro a tutti gli operatori della giustizia; alle forze politiche, di trovare un comune impegno per salvare e rilanciare le Terme di Sciacca".

On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________
Sciacca, martedì 15 maggio 2012


COMUNICATO STAMPA RISULTATO DEL PD PER LE AMMINISTRATIVE 2012 NEL COMUNE DI SCIACCA


"I cittadini di Sciacca hanno votato ed eletto la nuova Amministrazione Comunale.
Per gli eletti ora inizia il difficile compito di amministrare. Per i Partiti che si sono confrontati nel corso della campagna elettorale è tempo di bilanci, analisi dei risultati e di andare avanti nell’interesse della società che rappresentano.
Il PD in queste elezioni a Sciacca ha ricevuto 1892 voti, pari al 8,11%. E’ una percentuale di poco superiore alla media provinciale e regionale, che ha consentito al Partito di conquistare tre consiglieri comunali. Ma la coalizione di cui il Partito faceva parte ha perso e con essa il candidato Sindaco Dott. Gioacchino Marsala, al quale va il ringraziamento mio personale e di tutto il PD per suo impegno in campagna elettorale.
Pur consapevole che il risultato finale non sarebbe cambiato, resta tuttavia il rammarico di non essere riusciti a costituire una coalizione più ampia, che comprendesse anche le altre forze di sinistra.
Un particolare rammarico resta anche per l’abbandono del Partito di alcuni suoi componenti, determinato forse da contrasti, (più personali che politici) tra soggetti della passata amministrazione, la cui fuoriuscita, politicamente ingiustificata, ha arrecato un danno politico al PD, tradottosi in un utile certo per la lista di cui sono andati a far parte, alla quale hanno consentito di superare la soglia di sbarramento.
E’ sgradevole tuttavia sentire interviste fuorvianti e prive di fondamento politico.
Chi le ha fatte cerca forse qualche appiglio per giustificare il proprio “tradimento” politico, privo come appare, di convinzione politico – ideologica.
Frustrazione e stizza sembrano invece essere le note dominanti del mancato consigliere, rimasto fuori dal Consiglio Comunale per la corretta applicazione della legge elettorale vigente. Legge beffarda!
Le norme sulla incompatibilità lo avevano escluso dall’incarico assessoriale. Quelle elettorali lo hanno escluso dal Consiglio Comunale.
Grande nemesi talvolta è la legge: rende giustizia e ripara: torti degli uomini. Poiché la regola aurea di una democrazia è che due persone, anche se ignoranti, contano di più di una persona, anche se sapiente, finchè nel nostro paese vige il sistema democratico è giocoforza sottostare alla sue regole, possibilmente evitando gli eccessi di bile, che non fanno bene alla salute.
Guardando poi i risultati, il PD ha avuto 377 voti in più della lista dell’intervenuto, cioè quasi quanto i suoi voti di preferenza.
Ringrazio gli elettori che ci hanno dato la loro fiducia. Ringrazio i candidati che hanno profuso nella campagna elettorale tutta la loro passione e il loro impegno nella ricerca dei consensi. Ringrazio in particolare i candidati: il consigliere uscente Francesco Fiorino, l’ex Assessore Vincenzo Fazio e tutti i giovani che hanno contribuito ad apportare sostegno al PD. Essi hanno voluto testimoniare, con la loro candidatura, non una presunta arroganza di potere familiare, ma il loro attaccamento al Partito e alla mia persona, nonostante la consapevolezza delle difficoltà di un successo personale.
Un particolare ringraziamento rivolgo infine agli elettori della marina, che hanno risposto all’appello, pur nella difficoltà determinata dalla presenza di numerose altre candidature.
Quanto ad alcuni riferimenti alle prossime elezioni regionali, è opportuno ricordare che sono stati 5395 gli elettori che mi hanno eletto. Io conto di aumentare i loro consensi.
Infine: auguri di buon lavoro nel comune interesse della nostra città al neo sindaco Avv. Di Paola, alla sua Giunta e a tutto il Consiglio Comunale".

On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________
Sciacca, sabato 4 febbraio 2012


COMUNICATO STAMPA DIMISSIONI SINDACO VITO BONO.



“Ho appreso la notizia delle dimissioni del Sindaco dalla conferenza stampa tenuta dallo stesso ieri,
3 febbraio, nel corso della quale ha anche illustrato le motivazioni della sua decisione.
Due sembrano essere essenzialmente le motivazioni: una legata al problema della sua incompatibilità professionale con la carica di Sindaco; l’altra dipendente da una condizione di conflittualità sorta tra il Sindaco e alcuni consiglieri comunali. Quest’ultima motivazione viene indicata nella sua lettera di dimissioni con il rango politico insito nella espressione che è “venuta meno la fiducia che lega il Sindaco alla coalizione di governo che deve e dovrebbe sostenerlo”.
Devo dissentire profondamente e radicalmente dalle motivazioni addotte, sia perché non del tutto fondate, almeno per l’aspetto politico che riguarda il PD, sia per il danno che viene procurato alla città, interrompendo l’attuazione del programma, che invece avrebbe potuto essere realizzato portando a termine di scadenza naturale il mandato.
Per quanto riguarda il PD, la verifica politica dello scorso dicembre si è conclusa con l’invito al Sindaco ad andare avanti con impegno per la realizzazione dei punti programmatici, tra cui spiccavano ai primi posti quelli evidenziati dal Sindaco nella sua conferenza, cioè il Piano Regolatore Generale e il Piano del Porto.
Il PD chiedeva anche una migliore relazione con le forze politiche della coalizione e con le singole espressioni consiliari, con le quali doveva essere svolta quest’attenta opera di mediazione e di propulsione, da affidare alla cosiddetta cabina di regia.
Dove sta il venir meno della fiducia “che lega il Sindaco alla coalizione di governo che deve e dovrebbe sostenerlo”?
É stata nominata la cabina di regia? La si è investita dei problemi insorti? Si è dato ad essa la possibilità e il tempo di affrontarli?
Non mi sembra che ci sia traccia di alcuna iniziativa al riguardo, almeno nel lasso di tempo che scorre tra l’Epifania e la festa della Madonna.
É opportuno poi ricordare al Sindaco che la Legge per l’elezione diretta è stata fatta appunto per sottrarre il Sindaco alle “camarille” consiliari, stabilendo un rapporto fiduciario diretto tra Sindaco e cittadini elettori.
Senza sminuire il merito delle cose fatte, di cui invece va dato atto, forse è la sensazione di perdita di parte di quella grande fiducia che lo ha investito al momento delle elezioni, che ha influito sulla decisione del “gran rifiuto”.
Del tutto ininfluente appare poi il motivo della incompatibilità tra la carica di Sindaco e l’attività professionale, non perché l’incompatibilità non sussista, ma perché la legge dà agli interessati la facoltà di opzione e non commina, di conseguenza, alcuna pena di decadenza, almeno fino a quando non viene pronunciata da Giudice.
Conformemente al parere dell’Ufficio Legislativo e Legale della Regione Siciliana.
Si dà atto al Sindaco non soltanto delle cose fatte, ma anche della tempestività della sua decisione di rassegnare le dimissioni, al fine di consentire l’inserimento del Comune nella prossima tornata elettorale amministrativa, evitando così un lungo commissariamento.
La parola ora torna ai partiti e ai cittadini, sperando che la fine fatta sin ora da tutte le formazioni civiche insegna a tutti qualcosa”.

On Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________
Sciacca, sabato 28 gennaio 2012


COMUNICATO STAMPA SUL CREDITO AGEVOLATO COOPERATIVE.



“Continua l’intervento dell’On. Vincenzo Marinello in sede legislativa a favore degli operatori economici siciliani, in particolare nel settore della cooperazione.
È stato infatti presentato all’Assemblea Regionale Siciliana il Disegno di Legge n. 847, del quale è primo firmatario l’On. Vincenzo Marinello, insieme al capogruppo del PD On. Cracolici ed altri deputati.
Il Disegno di Legge mira ad incentivare la costituzione di consorzi di cooperative con la concessione di finanziamenti agevolati per la capitalizzazione societaria per un importo massimo di 10 mila euro per ogni impresa aggregata e per la durata massima di 8 anni.
Viene prevista anche la concessione di contributi in conto interessi su finanziamenti per il consolidamento delle esposizioni nei confronti degli Enti previdenziali, in favore delle cooperative e delle imprese agricole e della pesca.
Inoltre viene modificata la procedura di concessione del contributo per interessi, attraverso la erogazione diretta del contributo alle cooperative ed anche alle imprese non cooperative di tutti i settori economici produttivi (pesca, agricoltura, cooperazione), sulla base di una certificazione rilasciata loro dalle banche e con un calcolo basato sul tasso di riferimento fissato dalla Commissione europea”.

On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________
Sciacca, venerdì 30 dicembre 2011


DOCUMENTO CONFERENZA STAMPA DI FINE ANNO.



"È fine anno ed è tempo anche di bilanci.
Il rendiconto di un parlamentare è dato dalla sua attività in sede legislativa, attività che non è certo costituita soltanto dalle sue presenze in aula o nelle commissioni, ma anche, anzi soprattutto, dai problemi sociali che ha affrontato in quelle sedi, problemi che l’arido linguaggio degli articoli e dei commi non riesce purtroppo ad evidenziare.
Mi pare doveroso pertanto darne risalto in questa conferenza stampa (con relativo comunicato), sperando che i giornalisti delle TV locali e della carta stampata ne diano il giusto risalto.
Mi rendo conto che un vecchio assioma giornalistico recita che “se un cane morde un uomo non fa notizia, mentre se è un uomo a mordere un cane c’è la notizia”, tuttavia ci provo.
Così, giorni addietro, nella pubblicazione dei redditi dei parlamentari è venuto fuori anche il mio reddito.
La “notizia”, più che a una doverosa conoscenza, sembrava ubbidire a un indiretto modo di mettere in risalto i privilegi della “casta” (l’uomo che morde il cane). Consentitemi di aggiungere l’altra parte dell’assioma (il cane che morde l’uomo): È bene allora sapere che io, per conservare il mio posto di lavoro quale docente all’Università Kore di Enna, ho svolto e svolgo la mia attività di docente, conciliando l’impegno con quello di parlamentare, senza percepire alcun utile economico, in quanto lo stipendio di docente non è compatibile con l’indennità di parlamentare.
In aspettativa senza assegno ma autorizzato a prestare la propria attività di docente, svolgo un duplice lavoro, senza alcun guadagno: se la ritenete una “notizia” datene pure informazione all’opinione pubblica.
Premesso che non faccio parte del Governo Regionale e la mia attività si svolge negli organi collegiali (ARS e Commissioni), voglio qui mettere in risalto alcune leggi approvate dall’ARS, dei cui disegni di legge il sottoscritto è stato cofirmatario, avendo dato un concreto contributo alla nascita dello stesso disegno di legge, quale portatore in sede legislativa di quelle istanze ed interessi presenti nella società, che la società stessa fa valere e porta ad evidenza tramite i propri rappresentanti in Parlamento.
Ne cito alcune:
• LEGGE 5 aprile 2011, n. 5
Disposizioni per la trasparenza, la semplificazione, l’efficienza, l’informatizzazione della pubblica amministrazione e l’agevolazione delle iniziative economiche. Disposizioni per il contrasto alla corruzione ed alla criminalità organizzata di stampo mafioso. Disposizioni per il riordino e la semplificazione della legislazione regionale.
• LEGGE 5 aprile 2011, n. 6
Modifiche di norme in materia di elezione, composizione e decadenza degli organi comunali e provinciali.
• LEGGE 7 giugno 2011, n. 10
Interventi nel settore della formazione professionale. Acquisizioni di entrate al bilancio della Regione e finanziamento di borse di studio per la frequenza alle scuole di specializzazione nelle facoltà di medicina e chirurgia
• LEGGE 12 luglio 2011, n. 11
Sgravi fiscali per incentivare l’imprenditorialità giovanile e femminile in Sicilia. Modifiche alla legge regionale 22 dicembre 2005, n. 19 in materia di servizio regionale di riscossione.
• LEGGE 12 luglio 2011, n. 12
Disciplina dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture. Recepimento del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni e del D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207 e successive modifiche ed integrazioni. Disposizioni in materia di organizzazione dell’Amministrazione regionale. Norme in materia di assegnazione di alloggi. Disposizioni per il ricovero di animali.
• LEGGE 4 novembre 2011, n. 23
Promozione della lingua dei segni italiana (LIS). Interventi per fronteggiare la situazione di emergenza nelle isole di Lampedusa e Linosa. Modifica di norme in materia di tempi di conclusione del procedimento amministrativo.
• LEGGE 24 novembre 2011, n. 25
Interventi per lo sviluppo dell’agricoltura e della pesca. Norme in materia di artigianato, cooperazione e commercio. Variazioni di bilancio.
Restano ancora in esame all’ARS o nelle apposite commissioni, altri importanti disegni di legge, dei quali il sottoscritto è cofirmatario.
Ne cito alcuni:
• N. 827 del 12/12/2011 - Interventi urgenti a favore delle imprese viticole siciliane.
• N. 808 del 17.11.11 - Modifica di norme in materia di garanzie fornite dai soci garanti di cooperative agricole ed alimentari
• N. 749 del 23.06.11 - Riordino del settore termale
• N. 733 del 26.05.11 - Disposizioni in materia di entrate e contenimento della spesa, norme in materia di agricoltura
• N. 732 del 26.05.11 - Interventi per lo sviluppo dell'agricoltura e della pesca. Norme in materia di artigianato, cooperazione e commercio
• N. 706 del 08.04.11 - Compensazioni economiche per il mancato esercizio dell'attività di pesca speciale al novellame di sardina e rossetto nell'anno 2011
• N. 699 del 21.03.11 - Aiuti alle spese di gestione delle cantine sociali
• N. 695 del 15.03.11 - Aiuti alle imprese di piccola pesca artigianale operanti nelle Aree marine protette.
• N. 692 del 8.03.11 Istituzione dell'agenzia per il mediocredito regionale (Medio credito Sicilia)
• N. 672 del 20.01.11 - Disposizioni in materia di interventi in favore delle aziende agrumicole danneggiate da attacchi di eccezionale gravità causati dal virus della 'Tristezza degli agrumi'
Nello svolgimento della attività ispettiva verso il Governo Regionale ho svolto anche interrogazioni e presentate mozioni.
Ne cito alcune:
1. Interrogazioni:
• N. 2280 - Iniziative in favore dei soggetti interessati dalle procedure di recupero dei centri storici previste dalla legge regionale n. 6 del 2009.
2. Mozioni:
• N. 311 del 11.11.11 - Iniziative per assicurare il rispetto delle condizioni di sicurezza sulle scuole siciliane.
• N. 292 del 20.09.11 - Interventi a livello centrale per fronteggiare la grave situazione di crisi della vitivinicoltura siciliana.
• N. 278 del 30.06.11 - Iniziative urgenti al fine di impedire i tagli agli organici della scuola in conseguenza della legge n. 133 del 2008.
Penso di aver fatto il mio dovere nello svolgimento della mia attività parlamentare.
Alla stampa e ai cittadini chiedo di collaborarmi, dandomi i suggerimenti che ritengono utili o rappresentandomi quei problemi che, per la loro soluzione, richiedano interventi legislativi o anche il semplice sollecito degli organi della Pubblica Amministrazione: dal Comune alla Regione.

On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________
Sciacca, venerdì 11 novembre 2011


Agricoltura e Artigianato.



"La legge sull’agricoltura e sulla pesca approvata dall’Ars il 9 novembre scorso contiene norme che sostengono, oltre al settore della pesca, di cui abbiamo già dato notizia con il comunicato del 10 novembre anche il comparto dell’agricoltura, di cui si evidenziano i punti più importanti.
Con la suddetta legge sono stati ammessi ai benefici della proroga di 24 mesi i pagamenti dei crediti agricoli scaduti nel 2010 o scadenti entro il 31 dicembre 2011.
Inoltre, in considerazione della crisi in cui versa l’agricoltura siciliana, sono stati previsti per gli agricoltori altri importanti benefici e precisamente:
1. finanziamento a tasso agevolato per credito di esercizio finalizzato a far fronte alle esigenze finanziare connesse alla gestione ordinaria, fino ad un massimo di 30 migliaia di euro;
2. finanziamento a tasso agevolato finalizzato a concedere alle imprese anticipi su fatture emesse relative all’attività agricola, fino ad un massimo di 150 migliaia di euro, con una durata non superiore a 180 giorni dalla data di fattura;
3. contributo in conto interessi per il ripianamento delle esposizioni debitorie relative all’attività agricola per un importo compreso tra 15 migliaia di euro e 100 migliaia di euro, in essere alla data del 31 dicembre 2010;
4. finanziamento a tasso agevolato destinato alla riduzione dei costi bancari dell’impresa, concesso in base al volume d’affari dell’impresa da utilizzare su conto corrente convenzionato, fino ad un massimo di 100 migliaia di euro con una durata massima di 24 mesi;
5. finanziamento a tasso agevolato per credito di medio termine finalizzato all’adeguamento delle aziende agricole a quanto previsto dal decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, in attuazione dell’articolo 1 della legge 3 agosto 2007, n. 123 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro, fino ad un massimo di 100 migliaia di euro;
6. contributi in conto interessi sui finanziamenti concessi agli agricoltori per il pagamento dei contributi dovuti agli enti previdenziali;
7. promozione sul territorio nazionale della conoscenza della produzione agricola e agroalimentare regionale di qualità;
8. promozione della vendita diretta e mercatale dei prodotti agricoli;
9. contributo sino ad € 250 per ettaro alle imprese viticole siciliane che hanno aderito alla vendemmia verde nel 2011;
10. finanziamenti agevolati per la capitalizzazione di nuove cooperative agricole.
La legge ha previsto anche nuove norme in materia di cooperazione e artigianato, modificative o integrative o migliorativi di leggi già esistenti, nonché agevolazioni per l’Artigiancassa.


On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________
Palermo, giovedì 10 novembre 2011


Agricoltura: Marinello, soddisfatto per misure a sostegno del comparto ittico.



“La legge sull’agricoltura e sulla pesca approvata dall’Ars contiene norme che sostengono concretamente settori determinanti per la nostra economia”. Lo dice Vincenzo Marinello, deputato regionale del PD, a proposito della legge approvata ieri dal parlamento regionale-
“In particolare – aggiunge – ho proposto alcune norme inserite nella legge: misure sul credito agevolato a medio termine per la capitalizzazione societaria delle cooperative del settore della pesca e della filiera ittica, comprese quelle che esercitano la pesca-turismo e attività di ittiturismo. la norma prevede contributi in conto interesse per operazioni bancarie di credito d’esercizio, per operazioni di leasing, finanziamento a tasso agevolato per il consolidamento delle esposizioni debitorie”.
“Mi sono poi uto – aggiunge Marinello – per lo stanziamento di tre milioni di euro per il 2011 per i contributi contro il caro-gasolio, per le marinerie siciliane”
“Inoltre – conclude – ho lavorato per prevedere la presenza nella commissione consultiva regionale della pesca di un componente dell’osservatorio della pesca, due rappresentanti delle organizzazioni di produttori, due rappresentanti del Cnr (di cui uno dell’Istituto Talassografico), uno dell’Ispra (ex Icram), un rappresentante dell’industria ittica conserviera e quattro rappresentanti delle università siciliane designati dai rispettivi rettori ”.


l’addetto stampa
a.r.a. (339/3118196)

_________________________________________________________________________

Sciacca, sabato 29 ottobre 2011


Comunicato Stampa sulla situazione attuale del PD saccense.



"Ho letto in un settimanale locale che il Signor Stefano Girasole, consigliere provinciale eletto in una lista del PD, ha lasciato il partito ritenendo che il PD è allo sbando, senza leadership e, soprattutto, perché Sciacca non ha avuto un assessore nella Giunta Provinciale.
Quest’ultima affermazione è senza dubbio la più veritiera: la lingua ha battuto dove doleva il dente, cioè l’aspirazione assessoriale del Girasole (anche se camuffata dietro l’interesse della città!), aspirazione rimasta frustrata. Al Girasole auguriamo di continuare liberamente a girare attorno al sole e ad abbaiare alla luna: è nel suo diritto.
Le sue considerazioni nei miei confronti delineano meglio la sua personalità e la sua cultura.
Per quanto mi riguarda so bene quali siano le responsabilità che mi derivano dal mandato che mi ha conferito il popolo di sinistra eleggendomi all’ARS e il dovere che ho non soltanto di non deludere i 5395 elettori che mi hanno votato, ma anche la generalità dei cittadini.
Relativamente al partito, va con fermezza respinta l’affermazione che il Pd sia allo sbando.
É vero: Il Pd di Sciacca ha vissuto alcune settimane di tensione.
Una parte politica, da sempre estranea all’area politica di sinistra, ma occasionalmente accasata nel Pd, ha valutato l’opportunità di trasmigrare altrove.
In democrazia è perfettamente legittimo. É evidente tuttavia che il partito, che si era dato un assetto organizzativo tenendo conto della presenza di questa parte politica, si trovi a registrare qualche scompenso. É necessario dare al partito un nuovo assetto organizzativo, per il quale sarà indetta apposita assemblea degli scritti.
Va pure respinta l’affermazione che manchi nel partito una leadership. La leadership è ben presente: basta riconoscere la realtà. Le leadership, infatti, non nascono dalle agitazioni di omuncoli in cerca di autore, ma emergono e si consolidano nel crogiolo delle lotte politiche e delle battaglie elettorali per soddisfare gli interessi generali della società".


On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________

Sciacca, sabato 29 ottobre 2011


Comunicato Stampa. Assolti Sen. Vittorio Gambino e Prof. Giuseppe Palermo



"La seconda sezione della Corte d’Appello di Palermo ha assolto da ogni accusa i dirigenti del Partito Democratico Sen. Vittorio Gambino e il Prof. Giuseppe Palermo, dall’accusa di falso in atto pubblico, perché “il fatto non sussiste”.
La vicenda nacque perché nell’aprile del 2008, durante le elezioni per le regionali in Sicilia, Palermo e Gambino furono accusati di avere falsificato le firme sul documento che li nominava rappresentanti di lista del partito nell’Ufficio elettorale circoscrizionale centrale -sezione provinciale.
L’inchiesta era stata avviata dopo l’accusa del candidato Giovanni Manzullo.
Chi ha sollevato il polverone sperando di imbrattare persone per bene è stato ben servito.
L’assoluzione con formula piena, se da un lato conferma quel che è già noto a tutti, cioè la correttezza e la probità dei soggetti oggi assolti, dall’altro lato evidenzia la speciosità delle accuse a suo tempo formulate e la protervia di chi non volendo rassegnarsi al verdetto degli elettori, ha cincischiato alla ricerca di cavilli per sovvertire il risultato elettorale.
Mentre formuliamo per il Sen. Vittorio Gambino e il Prof. Giuseppe Palermo i nostri migliori auguri per l’assoluzione con formula piena “perché il fatto non sussiste”, riteniamo utile rivolgere un augurio al loro iniquo accusatore: che metta finalmente l’animo in pace e accetti il verdetto elettorale. Anche se per soli tre voti ha perso. In democrazia è la regola!".


On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________

Palermo, marted' 18 ottobre 2011


Sicilia. Marinello (PD) presenta mozione all’Ars: “No alla soppressione del Tribunale di Sciacca”



“Il governo regionale metta in campo ogni iniziativa utile a scongiurare la soppressione del Tribunale e della Procura di Sciacca, garantendone strutture e funzionalità al servizio del territorio”: lo prevede una mozione, presentata all’Assemblea Regionale Siciliana, dal deputato regionale del PD Vincenzo Marinello.
“Con questa mozione – dice Marinello – intendo coinvolgere il parlamento siciliano in un’azione concreta per un territorio importante come quello di Sciacca, nel quale non ci si può permettere di depotenziare un Tribunale che è diventato un punto di riferimento centrale e la cui funzione è indispensabile nell’ambito dell’impegno per la legalità e del contrasto alla criminalità mafiosa. Mi aspetto che l’Ars risponda unanimemente a quella che considero una battaglia giusta e doverosa e che il governo regionale faccia la sua parte fino in fondo”.

La mozione ha trovato il sostegno di numerosi deputati del PD (Cracolici, Lupo, Panepinto, Di Benedetto, Mattarella, Rinaldi, De Benedictis, Panarello, Digiacomo, Barbagallo), del capogruppo Udc Giulia Adamo, del capogruppo Fli Livio Marrocco e del deputato Fli Luigi Gentile.

DI SEGUITO IL TESTO INTEGRALE DELLA MOZIONE

l’addetto stampa:
a.r.a. (339/3118196)


Mozione

Opportune iniziative volte ad impedire la soppressione del Tribunale e della Procura di Sciacca

L’Assemblea Regionale Siciliana

Premesso che nell’ambito della legge n. 148/2011 è stata conferita la delega al governo per la riorganizzazione sul territorio degli Uffici giudiziari;

Ritenuto che l’Avvocatura, per il tramite dell’Organismo Unitario dell’Avvocatura e del Coordinamento degli Ordini Forensi Minori, ha formulato idonee proposte perché si addivenga alla revisione delle circoscrizioni giudiziarie applicando criteri rispettosi delle varie peculiarità dei territori interessati, approvando la delibera in merito del 9 e del 16 settembre 2011 (cui si rimanda);

Considerato che prima il Direttivo e poi l’Assemblea dell’Unione degli Ordini Forensi della Sicilia ha significato in un suo articolato documento che:
- l’amministrazione della Giustizia in Sicilia presenta delle proprie peculiarità per le quali, ai fini della valutazione delle opportunità di mantenere o meno un ufficio giudiziario, non è possibile limitarsi a meri dati statistici, né tantomeno al numero dei magistrati addetti allo stesso ufficio;
- non sarebbe certamente funzionale ad un miglioramento nell’amministrazione della giustizia in Sicilia qualsiasi soppressione di Distretti e/o Circondari, potendosi limitare la riorganizzazione alla soppressione di alcuni Uffici del Giudice di Pace e di alcune Sezioni distaccate di Tribunale, che per la loro posizione territoriale e per la modestia del numero di pratiche trattate costituiscono uno spreco reale di risorse;

Rilevato che il Consiglio comunale di Sciacca in un suo ordine del giorno, approvato all’unanimità, ha evidenziato che:
- il Tribunale di Sciacca opera in un moderno Palazzo di Giustizia, circondato dagli Uffici satelliti, in un territorio ad alta densità criminale e mafiosa, svolgendo i propri compiti con piena efficienza, in linea con gli standard europei in tema di flussi giudiziari;
- l’accorpamento del Tribunale e della Procura di Sciacca con gli Uffici di Agrigento avrebbe riflessi negativi sulla sostenibilità e sui costi dell’accorpamento stesso;

Preso atto che
- il Consiglio comunale di Sciacca congiuntamente ai Consigli comunali del Circondario giudiziario ha deliberato l’istituzione di un Comitato permanente, al fine di seguire l’evoluzione dell’iter legislativo;
- il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Sciacca, agli inizi di settembre, ha inviato una nota al Presidente della Repubblica sottolineando la necessità di mantenere e potenziare il Tribunale di Sciacca;
- il Capo dello Stato ha ribadito, seppur nelle rispetto delle competenze del Parlamento e del Governo, la necessità di una rimodulazione “non traumatica” dell’attuale geografia giudiziaria che vede sparsi sul territorio uffici alla cui soppressione si oppongono le ragioni delle comunità locali che in essi vedono “un baluardo di sicurezza e legalità”;
- l’affollata Assemblea del 6 ottobre scorso, tenutasi ad iniziativa dell’OUA presso l’aula magna del Palazzo di Giustizia di Sciacca, alla presenza di Avvocati, Magistrati, Deputati, Sindaci e Cittadini hanno ribadito che “… il Tribunale senza la Procura non avrebbe senso”;

per tutto quanto sopra esposto
Impegna il Governo della Regione

a porre in essere ogni iniziativa possibile allo scopo di scongiurare la soppressione del Tribunale e della Procura di Sciacca, garantendone strutture e funzionalità al servizio del territorio.


On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________

Sciacca, giovedì 13 ottobre 2011


Comunicato Stampa sulla Mozione per impedire la soppressione del Tribunale di Sciacca



"Si porta a conoscenza degli organi di informazione che, in merito alla paventata soppressione del Tribunale di Sciacca e al suo accorpamento con il Tribunale di Agrigento, l’On. Vincenzo Marinello ha presentato all’ARS una mozione, della quale è primo firmatario, insieme al capogruppo del PD On. Cracolici, al segretario regionale On. Giuseppe Lupo e altri, con la quale si impegna il Governo della Regione a porre in essere ogni iniziativa possibile allo scopo di scongiurare la soppressione del Tribunale e della Procura di Sciacca, garantendone strutture e funzionalità al servizio della giustizia e del territorio.
Identica mozione verrà presentata al Parlamento nazionale, a firma dell’ On. Capodicasa e altri".


On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________


Sciacca, mercoledì 5 ottobre 2011


Comunicato stampa dopo la Riunione del Direttivo di Circolo del PD di Sciacca



"La riunione del Direttivo del Circolo PD di Sciacca, tenutasi il 3 ottobre alla presenza del segretario provinciale, ha esaminato la situazione politica generale e locale.
Il comunicato della Federazione sintetizza bene i temi politici generali e l’impegno del partito ad organizzare una conferenza programmatica e il congresso organizzativo cittadino.
Rispetto ai problemi amministrativi e alla crisi che sta attraversando l’amministrazione comunale, appare tuttavia utile e necessario fare qualche doverosa precisazione, anche perché il tema è stato argomento del dibattito.
In occasione della riunione del consiglio comunale del 29 settembre scorso, il gruppo consiliare del PD, sia pure a maggioranza, ha deciso di non partecipare a detta riunione al fine di avere dal sindaco chiarimenti in merito alla “vicenda del plesso scolastico S. Francesco”. Tale decisione è stata comunicata con apposita lettera al Presidente del consiglio comunale e al sindaco.
Il consiglio comunale ha dibattuto l’argomento. Il sindaco ha dato, come chiarimenti, la revoca delle deleghe assegnate all’Assessore Fazio, reo di essere “espressione” del gruppo consiliare che si è motivatamente assentato.
Si spera in un risultato di migliore chiarezza in occasione del prossimo incontro.
Ritengo doveroso intanto, esprimere la mia solidarietà e il mio apprezzamento sia all’Assessore Fazio sia al gruppo consiliare e al segretario Coco.
Per quanto riguarda l’attività dell’amministrazione comunale è necessario ridare maggiore slancio e vigore all’azione amministrativa, che dovrà sempre essere improntata ai principi di legalità, trasparenza, efficienza e solidarietà con i cittadini più bisognosi e non soltanto conforme al rigore dei bilanci.
Alcune forze politiche parlano di messa a punto della macchina amministrativa e di cambio di passo. Forse è opportuno che il sindaco la smetta di andare a piedi come ha promesso in campagna elettorale e cominci davvero a guidare la macchina (non l’auto blu evidentemente)."

On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________


Palermo, martedì 4 ottobre 2011


Tribunale di Sciacca: Marinello e Panepinto, NO al depotenziamento della struttura
“Grazie al Presidente della Repubblica Napolitano per il suo interessamento”



“Ringraziamo il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e gli uffici della Presidenza per l’attenzione che stanno mostrando nei confronti delle sorti del Tribunale di Sciacca”. Lo dicono Vincenzo Marinello e Giovanni Panepinto, deputati regionali del PD che in occasione della recente visita in Sicilia hanno consegnato al Capo dello Stato una lettera nella quale si sottolineavano le gravi ripercussioni del possibile ridimensionamento del Tribunale di Sciacca, ed alcuni documenti a supporto della richiesta del mantenimento delle attuali strutture.
“Oggi ci è pervenuta una lettera dalla Presidenza della Repubblica – dicono Marinello e Panepinto – nella quale pur ricordando che le decisioni ultime sulla revisione delle circoscrizioni giudiziarie è rimessa al Parlamento e al Governo, si sottolinea che il Capo dello Stato ha espresso, in proposito, l’opinione che ‘sia necessaria una rimodulazione non traumatica dell’attuale geografia giudiziaria’, e che sul territorio vi sono uffici nei quali le comunità locali ‘vedono un baluardo di legalità e sicurezza’. Siamo grati – concludono i due parlamentari regionali del PD - anche a nome della comunità locale, al presidente Napolitano per le sue parole che danno fiducia e coraggio a quanti si battono contro il depotenziamento di un Tribunale che rappresenta un punto di riferimento fondamentale per un territorio impegnato quotidianamente nel contrasto alla criminalità organizzata e mafiosa, e per la difesa della legalità”.


l’addetto stampa
a.r.a. (339/3118196)

__________________________________________________________________________


Sciacca, venerdì 8 luglio 2011


Decreto relativo al finanziamento delle colonnine dell’acqua e arredamento portuale



"Un nuovo finanziamento da parte della Regione Sicilia è stato ottenuto dal comune di Sciacca.
Sono state finanziate infatti la realizzazione delle colonnine dell’acqua, i lavori di realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione lungo il mole interno di levante del porto e il completamento degli arredi portuali.
Ne dà notizia l’onorevole Vincenzo Marinello (PD - ARS) che ha seguito l’intero iter politico-burocratico.
“Si tratta di un finanziamento pari a 273.369,91 euro del Fondo Europeo della Pesca – afferma l’onorevole Vincenzo Marinello - che la Regione ha attribuito al comune di Sciacca poter espletare alcuni lavori fondamentali presso il porto della città termale.
Una nuova illuminazione, le colonnine dell’acqua, moderni arredamenti, permetteranno a tutti gli utenti della zona e a tutti gli operatori del comparto pesca saccense di poter godere di una struttura efficiente, moderna e funzionale.
Tra l’altro – continua Marinello – questi erano interventi che da tempo i marinai saccensi mi richie-devano per poter svolgere nei migliori dei modi il proprio lavoro.
Il decreto di finanziamento, approvato dalla Regione, è stato firmato dal dirigente generale del di-partimento regionale degli interventi per la pesca e rientra nel quadro delle politiche regionali atte a dare sostegno alle marinerie siciliane e agli operatori del comparto.
Mi auguro – conclude l’onorevole Vincenzo Marinello – che anche nel prossimo futuro possano giungere altri corposi finanziamenti regionali per fornire ai pescatori saccensi e siciliani tutto il sup-porto che uno dei più importanti comparti produttivi merita".


On. Vincenzo Marinello

__________________________________________________________________________


Palermo, mercoledì 13 aprile 2011


Economia. Ddl per istituzione Agenzia Mediocredito Regionale Marinello (PD), servirà a sostenere le imprese



“Promuovere una politica di credito agevolato per rimuovere le difficoltà che il tessuto imprenditoriale siciliano è costretto a subire a causa della decurtazione delle possibilità di credito”. E’ quanto si propone il disegno di legge sull’ Istituzione dell’Agenzia per il Mediocredito Regionale, presentato dal parlamentare regionale del Partito Democratico, Vincenzo Marinello e sottoscritto anche dagli altri parlamentari PD.
“Razionalizzare l’attuale disorganica e frammentaria politica degli aiuti alle imprese siciliane realizzare una forte riduzione dei costi di funzionamento degli enti preposti, con conseguente riduzione del costo del denaro, migliorare le capacità di ricorso al credito delle imprese siciliane, tradizionalmente più in difficoltà di quelle delle altre aree del paese, - sottolinea Marinello - può costituire l’obiettivo per ridurre il divario tra la nostra Regione, penalizzata da una marginalità economica, geografica e infrastrutturale e le altre aree del Paese. Lo schema di disegno di legge presentato, - spiega - attraverso lo scioglimento di IRCAC e la CRIAS e IRFIS che operano, con luci ed ombre, da più di quarant’anni nel territorio regionale istituisce un nuovo soggetto economico pubblico destinato ad applicare strumenti finanziari efficienti, mirati ed economicamente sostenibili, allo scopo – conclude - di ridare certezza alle imprese, sostegno all’economia, fiducia al Paese, speranza ai giovani siciliani”


l’ufficio stampa:
f.b. (335/5792324)

__________________________________________________________________________


Palermo, martedì 29 marzo 2011


Trasporti. Marinello (PD), attivare linea tra Palma di Montechiaro e sedi universitarie



“Un collegamento rapido tra il comune di Palma di Montechiaro e le città di Catania e Caltanissetta potrebbe finalmente migliorare la condizione di decine di studenti e di pendolari”. Lo dice il parlamentare regionale del partito democratico, Vincenzo Marinello, primo firmatario di una mozione con la quale chiede l’attivazione di una linea di autobus sulla tratta in questione.
“ Una richiesta per soddisfare la domanda dei numerosi studenti universitari – ricorda Marinello - era già stata inoltrata dall’amministrazione e dal consiglio comunale, ma mai accolta dalla Regione, a tutt’oggi, priva di un piano regionale dei trasporti, che consenta la possibilità di attivare nuove linee. Eppure l’attivazione del collegamento – ricorda il parlamentare nella mozione sottoscritta anche da altri parlamentari PD, con in testa il capogruppo, Antonello Cracolici – rientra nel riconoscimento del diritto allo studio oltre che nelle esigenze del comune di Palma di Montechiaro, attualmente privo di collegamenti con l’aeroporto. Per questo – conclude Marinello – chiediamo che il Governo regionale si attivi al più presto per la risoluzione della questione”.


l’ufficio stampa:
f.b. (335/5792324)

__________________________________________________________________________


Sciacca, mercoledì 16 febbraio 2011


Comuni: Marinello (PD), presto a Sciacca apertura sede Genio Civile



“E’ stato aggiunto un importante tassello che porterà a breve all’apertura a Sciacca di una sede distaccata del Genio Civile, con notevoli agevolazioni per tutti i professionisti e per i cittadini della nostra città e del comprensorio di Sciacca, che non saranno più costretti a recarsi presso gli uffici di Agrigento”. Lo dice Vincenzo Marinello, deputato regionale del PD, a proposito della firma apposta oggi dal dirigente generale dell’Assessorato Regionale Infrastrutture e Mobilità, Vincenzo Falgares, al nulla osta alla sottoscrizione del protocollo d’intesa fra il Comune di Sciacca ed il Genio Civile di Agrigento.
“Questo passaggio – aggiunge Marinello - consentirà la firma del protocollo d’intesa con il Comune di Sciacca, che ha già dato piena disponibilità a fornire la sede ed il supporto logistico. Si tratta di un’iniziativa rilevante, voluta dal PD locale e sostenuta dall’amministrazione comunale”.


On. Vincenzo Marinello

__________________________________________________________________________


Sciacca, mercoledì 16 febbraio 2011


Sciacca, verso l'apertura della sede del Genio Civile.



"E’ stato firmato dal Dirigente Generale dell’Assessorato Regionale Infrastrutture e Mobilità Dott. Vincenzo Falgares il Nulla Osta alla sottoscrizione del protocollo d’intesa fra il Comune di Sciacca ed il Genio Civile di Agrigento.
“Con la firma del nulla osta - dicono il consigliere comunale del Partito Democratico Francesco Fiorino e il deputato regionale del PD Vincenzo Marinello - si aggiunge un importante tassello che porterà a breve all’apertura a Sciacca di una sede distaccata di un importante ufficio regionale quale è il Genio Civile, con conseguenti notevoli agevolazioni per tutti i professionisti e per i cittadini della nostra città e del comprensorio di Sciacca. Il nulla osta rilasciato dal Dirigente Generale dell’Assessorato Regionale consentirà all’ing. Capo del Genio Civile di Agrigento Ing. Domenico Armenio di firmare il protocollo d’intesa con il Sindaco del Comune di Sciacca dott. Vito Bono (che ha già formalmente dato piena disponibilità a fornire la sede ed il supporto logistico), propedeutico all’apertura della sede stessa.”
L'iniziativa del consigliere comunale del Pd Francesco Fiorino era stata avanzata nei mesi scorsi e sposata pienamente dall'amministrazione e dal sindaco Vito Bono.
L'apertura a Sciacca di una sede distaccata dell'ufficio del genio civile garantirà a tutti gli operatori del settore vantaggi dal punto di vista lavorativo poiché fino ad ora si era costretti a recarsi ad Agrigento per espletare tutti i carteggi necessari".


On. Vincenzo Marinello

__________________________________________________________________________


Palermo, martedì 18 gennaio 2011


Approvata mozione contro tagli a settore radiotelevisivo locale Marinello, garantire pluralità informazione



“Non posso che essere soddisfatto per l’approvazione della mozione che chiede al Governo regionale di impegnarsi per impedire, o quantomeno ammortizzare, il taglio dei fondi alle emittenti radiotelevisive locali conseguenti al decreto “Mille proroghe” attuato dal Governo Nazionale”. Lo dice il parlamentare regionale del Partito Democratico all’Ars, Vincenzo Marinello firmatario della mozione insieme ai deputati Di Giacomo, Marziano e Raia
“E’ necessario scongiurare la scomparsa di molte emittenti radiotelevisive locali siciliane - prosegue Marinello - evitando che migliaia di persone perdano il lavoro e garantendo una libera e plurale informazione Col decreto “Mille proroghe” – ricorda il parlamentare regionale - il governo nazionale ha sancito un drastico taglio ai trasferimenti di risorse finanziarie a beneficio delle emittenti radiotelevisive e dei giornali a copertura locale presenti in tutto il territorio nazionale senza tenere in considerazione che non si trattava di finanziamenti a pioggia – prosegue – ma di riduzioni tariffarie sui costi delle utenze telefoniche e di rimborsi sui costi delle utenze elettriche, dei collegamenti satellitari e dei canoni di abbonamento alle agenzie di stampa, finanziamenti comunque importanti per tante piccole realtà imprenditoriali italiane e siciliane. Mi auguro – conclude il parlamentare PD - che il governo regionale prenda tutte le dovute iniziative per garantire i posti di lavoro e il regolare proseguo delle attività giornalistiche sul territorio.”


l’addetto stampa
f.b. (328/6470097)

__________________________________________________________________________


Sciacca, sabato 15 gennaio 2011


Opportune iniziative per modificare il nome di “Sciacca” in “Sciacca Terme”



“Modificare il nome di in rappresenta sicuramente una grande possibilità per tutto il territorio e mi trova completamente d’accordo anche perché sarebbe l’occasione per coprire una mancanza poiché tutte le città italiane che hanno risorse termali sono solite accompagnare il toponimo al nome della città”.
Questo è quanto dichiara oggi il deputato del partito democratico all’Assemblea Re-gionale Siciliana Vincenzo Marinello approvando pienamente l’iniziativa dei consi-glieri comunali Fiorino e Ambrogio.
“Già nel recente passato, continua l’On. Marinello, si è cercato di mettere in atto que-sta modifica attraverso lo strumento democratico del referendum che però, purtroppo, non ebbe gli esiti sperati e previsti per un mancato raggiungimento del quorum del 50,01% degli aventi diritto.
In quella occasione è apparso che la cittadinanza abbia voluto scaricare i malumori verso l’amministrazione dell’epoca, disapprovando anche una sua buona iniziativa. Ci si augura che l’esperienza negativa non si ripeta per non arrecare altri danni alla città. A tal fine valuto l’opportunità che si costituisca un comitato referendario di so-stegno, del quale facciano parte tutte le forze politiche e sociali.
La variazione di denominazione di un comune è regolamentata dall’art. 8 della legge regionale 30 del 2000 che prevede, come unica possibilità utile a variare anche par-zialmente il nome di una città, lo strumento del referendum.
La soluzione per evitare il referendum sarebbe quella di apportare una modifica alla L.R. 30 del 2000 che consenta, almeno nei casi di modifiche parziali della denomina-zione, come potrebbe avvenire per esempio nel caso di Sciacca, di attribuire questa facoltà al consiglio comunale, prevedendo magari una maggioranza qualificata dei 2/3 dei consiglieri.
A tal fine, conclude Marinello, mi sto attivando in merito per presentare un apposito DDL o un emendamento alle legge regionale 30 del 2000, da inserire nella prossima legge finanziaria in discussione all’ARS nei prossimi giorni, valutando con gli uffici legislativi dell’ARS la fattibilità di tale modifica, che se approvata, consentirebbe al comune il risparmio dei costi referendari valutabili in circa 100.000 mila euro.”


On. Vincenzo Marinello

________________________________________________________________________


Sciacca, 3 gennaio 2011


Attività 2010 del Deputato Regione del Partito Democratico On. Vincenzo Marinello



"Attività 2010 del Deputato Regione del Partito Democratico Onorevole Vincenzo Marinello
Cinquanta imprese di pesca siciliane possono accedere al finanziamento per la costruzione di nuove imbarcazioni grazie ad un emendamento di 640 mila euro per la marineria e per la pesca, inserito su iniziativa dell’Onorevole Vincenzo Marinello nella legge Finanziaria regionale 2010.
E’ questa una delle più importanti iniziative che l’Onorevole Vincenzo Marinello ha portato a termine nella sua attività parlamentare all’Ars del 2010.
Nella stessa legge Finanziaria, sempre su iniziativa di Marinello, sono stati previsti finanziamenti anche per gli Lsu. Oltre 1 milione di euro sono stati destinati ai precari per il periodo maggio-dicembre 2010 nell’ambito delle misure per l’occupazione.
Nel corso dell’anno che si è appena concluso, la Regione ha inoltre approvato progetti per opere pubbliche. Nell’ambito delle risorse del PAR FAS Sicilia 2007-2013, al fine di promuovere lo sviluppo economico e sociale del territorio nonché per favorire gli interventi diretti a tutelare l’ambiente e i beni culturali, sono stati approvati e finanziati quattro progetti fortemente voluti dall’Onorevole Vincenzo Marinello, due a Sciacca, uno a Lucca Sicula ed uno a Santa Margherita di Belice. Si tratta della la sistemazione del piazzale La Rosa (350 mila euro), dell'area verde attrezzata di contrada Isabella (150 mila euro), l'adeguamento dell'edificio polivalente socio culturale di Lucca Sicula (100 mila euro), il restauro e consolidamento del tempietto di Santa Margherita Belice (150 mila euro).
"Al primo posto del mio 2010 ci sono due fatti molto personali, la nascita di mio figlio Giovanni e la definizione della vicenda giudiziaria riguardante i ricorsi contro la mia elezione all’Ars che mi ha permesso di lavorare con maggiore serenità - commenta l’Onorevole Marinello - ma anche le tante iniziative in favore del territorio che è possibile portare a termine solo con un impegno serio in un contesto, quello dell’attività parlamentare, che risulta complesso e che si compone di varie fasi, la più importante delle quali è quella della proposta a cui segue il consenso di una maggioranza di parlamentari”.
Da segnalare, inoltre, la destinazione di risorse in favore della marineria (disegno di legge del giugno 2010 del Fep 2007/2013) che destina alla città di Sciacca 280 mila euro per lavori al porto, luoghi di sbarco e ripari di pesca, altri contributi per interventi a bordo dei pescherecci e la realizzazione del tratto terminale della banchina di riva nord, dei piazzali e opere di alaggio, grazie all'accordo di programma quadro (4.900.000 euro). E poi - ha continuato - lavori di consolidamento messa in sicurezza della banchina in radice del molo di levante (600 mila euro).
Nella legge sul nuovo ordinamento delle Camera di commercio, l’Onorevole Vincenzo Marinello ha avuto un ruolo determinante nell’inserimento di un articolo che prevede, anche in mancanza di elezione, la presenza nella giunta di un rappresentante del settore della pesca che abbia funzioni consultive sulle proprie materia, senza nessun onore per la Camera di commercio.
E’ stato primo firmatario, infine, di mozioni parlamentari riguardanti interventi contro il progetto di ricerca di idrocarburi al largo delle coste agrigentine e di opportune iniziative al fine di impedire il taglio di fondi alle emittenti locali radiotelevisive nel decreto nazionale “Mille proroghe”.
“Per il 2011 mi prefiggo un’attività parlamentare ancora più consistente e un impegno continuo a tutelare le esigenze del nostro territorio”.


On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________


Sciacca, 31 dicembre 2010


Comunicato Stampa di fine anno



"Il 2010 ormai volge alla fine e tra qualche ora cederà il passo al nuovo anno.
Nel rivolgere ai cittadini i più fervidi auguri per l’anno che entra, mi pare doveroso fare un breve bilancio dell’attività svolta nel corso dell’anno che si chiude.
Come è noto, l’attività parlamentare è complessa: le leggi approvate dall’Assemblea Regionale sono certamente frutto del consenso di una maggioranza di parlamentari, ma esse passano prima attraverso varie fasi, la più importante di queste fasi è l’iniziativa della proposta, che è frutto della sensibilità dei proponenti e del loro legame con le istanze sociali e territoriali.
Posso dire al riguardo di essere stato promotore o copromotore di numerosi disegni di legge, ordini del giorno e interrogazioni parlamentari al Governo e di aver curato gli interessi di tutto il territorio provinciale.
Relativamente all’occupazione si evidenzia la presentazione all’ARS di alcuni ordini del Giorno, tra cui rivesta particolare evidenza: l’O.d.G. N. 384 del 30/04/10 di Conversione a tempo indeterminato dei rapporti di lavoro dei contrattisti di “Sicilia Spa” e “Serit Sicilia Spa”; l’O.d.G. N. 392 del 04/08/10, mirato ad impedire la chiusura dello stabilimento Keller e garantire livelli occupazionali; nonché gli emendamenti alla L. finanziaria 2010 relativamente al personale dell’Azienda Autonoma delle Terme di Sciacca e alla salvaguardia del personale di lavoro degli LSU e al finanziamento del periodo maggio-dicembre 2010.
Relativamente ai settori produttivi si evidenziano:
1. Settore della marineria
 Ordine del giorno N. 357 del 30/04/2010 per la Destinazione di risorse a favore delle imprese di pesca di cui all’allegato “A” del decreto dirigenziale 22 dicembre 2004;
 DDG 164 del 09/06/2010 del FEP 2007/2013, Sciacca ha ricevuto un contributo pari a € 280.000 circa per il porto, luoghi di sbarco e ripari di pesca,
 contributo del FEP 2007/2013 per interventi a bordo dei pescherecci;
 accordo di programma quadro per la realizzazione del tratto terminale della banchina di riva nord, dei piazzali retrostanti ed opere di alaggio del porto di Sciacca;
 Lavori di consolidamento messa in sicurezza della banchina in radice del molo interno di levante.
 Emendamento alla Legge finanziaria per 640 mila euro per la marineria e per la pesca, 50 imprese siciliane del settore pesca potranno accedere al finanziamento per la costruzione di nuove imbarcazioni.
2. Edilizia
 DDG 2956/56 Decreto per la concessione delle agevolazioni economiche per interventi di recupero di immobili con destinazione d’uso residenziale ubicati nei centri storici o in zone omogenee “A”.
3. Ambiente
 Interrogazione N. 1479 del 3/11/10 Iniziative per impedire la costruzione di una centrale elettrica nel comune di Ribera;
 Mozione N. 194 del 19/05/10 Interventi in ordine al progetto di ricerca di idrocarburi “D 354 C.R.-SL” al largo delle coste di Sciacca e Menfi, in provincia di Agrigento, e Castelvetrano in provincia di Trapani;
 Disegno di Legge N. 528 del 17/02/2010 Riordino del Sistema della gestione integrata dei rifiuti in Sicilia;
 Ordine del giorno N. 233 del 19/01/10 Iniziative per impedire la realizzazione la realizzazione di un impianto di energia eolica nella provincia di Agrigento;
 Disegno di legge 525/528 del 17/02/2010 Gestione integrata dei Rifiuti;
 Legge regionale N. 9 del 8/04/2010.
4. Agricoltura
 Disegno di Legge N. 548 del 26/03/10 Interventi a compensazione dei danni da peronospora della vite (Plasmopara viticola);
 Disegno di legge N. 560 del 07/05/2010 Norme in materia di consorzi di bonifica;
 Ordine del giorno N. 247 del 26/01/10 Iniziative per far fronte allo stato di crisi in cui versa l’agricoltura siciliana;
 Ordine del giorno N. 304 del 23/03/2010 Iniziative per il tempestivo pagamento delle pratiche relative a misure agro-ambientali PSR 2007/2013;
 Ordine del giorno N. 385 del 21/07/10 Proroga delle agevolazioni contributive per le zone montane e svantaggiate di cui alla legge n. 191 del 2009.
Concludo ricordando che quest’anno si è avuta la mia conferma alla carica di deputato dell’Assemblea Regionale Siciliana e annunciando a tutti la nascita di mio figlio Giovanni.
Auguro a tutti un felice 2011".


On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________


Sciacca, giovedì 2 dicembre 2010


Opportune iniziative conseguenti al decreto "Mille proroghe" del Governo nazionale



“Scongiurare la scomparsa di molte emittenti radiotelevisive locali siciliane, evitare che migliaia di persone perdano il lavoro e garantire una libera e plurale informazione: per questo ho presentato una mozione all’Assemblea Regionale Siciliana che cerchi di tutelare i lavoratori di questi settori” lo dichiara il deputato del Pd all’ARS Vincenzo Marinello che, insieme ai deputati Di Giacomo, Marziano e Raia, ha presentato una mozione che impedisca, o quantomeno ammortizzi, il taglio dei fondi alle emittenti radiotelevisive locali conseguenti al decreto “Mille proroghe” attuato dal Governo Nazionale.
“Ho chiesto al Governo Regionale – dichiara Marinello, primo firmatario della mozione – che manifesti a quello nazionale la netta contrarietà nei confronti del decreto “Mille proroghe” poiché si tratta di un provvedimento che non tutela la libertà e il pluralismo dell’informazione. Ho chiesto, al contempo, che la Regione si sforzi per individuare una possibile soluzione agli effetti causati dall'applicazione di questo decreto prevedendo inoltre nella prossima legge finanziaria regionale tutte quelle misure finalizzate alla salvaguardia del sistema regionale dell'informazione.”
Col decreto “Mille proroghe” il governo centrale ha sancito un drastico taglio ai trasferimenti di risorse finanziarie a beneficio delle emittenti radiotelevisive e dei giornali a copertura locale presenti in tutto il territorio nazionale.
“Non si trattava di finanziamenti a pioggia – prosegue Marinello – ma di riduzioni tariffarie sui costi delle utenze telefoniche e di rimborsi sui costi delle utenze elettriche, dei collegamenti satellitari e dei canoni di abbonamento alle agenzie di stampa, finanziamenti comunque importanti per tante piccole realtà imprenditoriali italiane e siciliane.
In base a questo decreto, le uniche realtà non investite dai tagli delle risorse sarebbero i giornali e le Tv di partito. Tutto questo non è giusto.
Mi auguro – conclude Marinello - che il governo regionale prenda tutte le dovute iniziative e accolga le mie richieste al fine di garantire i posti di lavoro e il regolare proseguo delle attività giornalistiche su ogni territorio.”
La mozione sarà discussa in una delle prossime sedute d’aula".


On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________


Palermo, mercoledì 1 dicembre 2010


No a tagli per settore radiotelevisivo locale Marinello, garantire pluralità informazione



“ E’ necessario scongiurare la scomparsa di molte emittenti radiotelevisive locali siciliane, evitando che migliaia di persone perdano il lavoro e garantendo una libera e plurale informazione”. Lo dice il parlamentare regionale del Partito Democratico all’Ars, Vincenzo Marinello che, insieme ai deputati Di Giacomo, Marziano e Raia, ha presentato una mozione per impedire, o quantomeno ammortizzare, il taglio dei fondi alle emittenti radiotelevisive locali conseguenti al decreto “Mille proroghe” attuato dal Governo Nazionale.
“Ho chiesto al Governo Regionale – dichiara Marinello, primo firmatario della mozione – che manifesti a quello nazionale la netta contrarietà nei confronti del decreto “Mille proroghe” individuando una possibile soluzione agli effetti causati dalla sua applicazione e prevedendo inoltre nella prossima legge finanziaria regionale tutte quelle misure finalizzate alla salvaguardia del sistema regionale dell'informazione. Col decreto “Mille proroghe” – ricorda Marinello - il governo nazionale ha sancito un drastico taglio ai trasferimenti di risorse finanziarie a beneficio delle emittenti radiotelevisive e dei giornali a copertura locale presenti in tutto il territorio nazionale senza tenere in considerazione che non si trattava di finanziamenti a pioggia – prosegue – ma di riduzioni tariffarie sui costi delle utenze telefoniche e di rimborsi sui costi delle utenze elettriche, dei collegamenti satellitari e dei canoni di abbonamento alle agenzie di stampa, finanziamenti comunque importanti per tante piccole realtà imprenditoriali italiane e siciliane. Mi auguro – conclude il parlamentare PD - che il governo regionale prenda tutte le dovute iniziative e accolga le mie richieste al fine di garantire i posti di lavoro e il regolare proseguo delle attività giornalistiche su ogni territorio.”


l’ufficio stampa:
f.b. (328/6470097)

_________________________________________________________________________


Sciacca, 17 novembre 2010


Comunicato Stampa in memoria del Senatore Segreto



"La morte del Senatore Segreto suscita nel mio animo profonda emozione e tristezza.
Con la sua scomparsa si chiude davvero un’epoca: quella della politica intesa come “Servizio” reso non soltanto alla società in generale, ma come servizio “ai singoli cittadini” in particolare.
Chi non ricorda la sua segreteria politica, sempre piena di persone, lì per prospettare esigenze e bisogni particolari?
Chi, nella nostra città, nel collegio senatoriale e in tutta la provincia, può davvero dire di non essere mai andato a trovarlo?
E Mimmo, con il suo cuore grande e la sua umanità, riceveva tutti non solo i socialisti; cercava di dare una risposta positiva a tutti, senza distinzione politica, si trattasse di un posto di lavoro o di superare ritardi e intralci burocratici.
I consensi elettorali avuti, sempre di molto superiori a quelli politici di partito, ne sono la migliore testimonianza.
Socialista per missione sociale, lontano dai settarismi ideologici, cattolico praticante, ha svolto la sua attività politica, prima di sindaco di Sciacca e poi di Senatore della Repubblica Italiana, con imparzialità e disinteresse personale.
Associandomi al dolore dei familiari per la sua scomparsa, penso di rendermi interprete dei sentimenti di tutti i socialisti e dei cittadini tributando allo scomparso Senatore gli onori e la riconoscenza dovutegli:
Grazie, Mimmo, per il bene che hai fatto alla società.
Grazie Mimmo, per l’esempio di elette virtù civiche che ci hai lasciato in eredità".


On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________


Palermo, giovedì 28 ottobre 2010


Ambiente: Marinello (PD), impianto produzione energia a Ribera fermerebbe vocazione turistica e agricola del territorio



“La realizzazione a Ribera di un impianto per la produzione di energia elettrica alimentato da biomassa, già autorizzata dalla Regione, è inconciliabile con le ambizioni di sviluppo turistico e con la vocazione alle produzioni agricole di qualità presenti sul territorio”. Lo dice, in un’interrogazione presentata all’assessore regionale all’Energia, il deputato regionale del Partito Democratico Vincenzo Marinello.
La costruzione dell’impianto è prevista in contrada “Castellana”, una delle zone più pregiate della Sicilia da un punto di vista agrumicolo, posta a pochi chilometri dal centro abitato e dalle località balneari. “L’intero iter procedimentale che ha portato all’emissione del decreto autorizzativo - si legge nell’interrogazione - si è svolto senza che la comunità cittadina ne abbia avuto effettiva conoscenza”.
Domani, venerdì 29 ottobre alle 17,00 il consiglio comunale di Ribera si riunirà per discutere della vicenda.
“Proprio nella stessa zona – dice Marinello - nel breve e medio termine potrebbero nascere iniziative imprenditoriali turistiche di notevole rilevanza e con importanti ricadute occupazionali, che potrebbero essere messe in discussione dalla realizzazione di questo impianto, considerato che le emissioni prodotte si diffonderebbero nel raggio di decine di chilometri”.


l’ufficio stampa:
a.r.a. (339/3118196)

_________________________________________________________________________


Sciacca, lunedì 13 settembre 2010


Sciacca, verso l'apertura della sede del Genio Civile



"Domani, martedì 14 settembre 2010 alle ore 11,00 presso il Comune di Sciacca, si terranno una se-rie di incontri in vista dell’apertura della sede distaccata del Genio Civile di Agrigento.
“Abbiamo lavorato a lungo - dicono il consigliere comunale del Partito Democratico Francesco Fio-rino e il deputato regionale del PD Vincenzo Marinello - ognuno nel proprio ambito istituzionale, per far raggiungere a Sciacca questo importante momento di crescita. Gli incontri di domani - pro-seguono - rappresentano un’occasione per spiegare alla città l’importanza di questa nuova realtà”.
Agli incontri parteciperà il nuovo Ingegnere Capo del Genio Civile di Agrigento Domenico Arme-nio, che visionerà i locali messi a disposizione dal Comune di Sciacca e incontrerà il sindaco Vito Bono (che ha già formalmente dato piena disponibilità a fornire la sede ed il supporto logistico) e il dirigente dell’ufficio patrimonio del Comune per discutere le modalità e i termini dell’apertura del-la sede del Genio Civile a Sciacca".


On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________


Sciacca, venerdì 10 settembre 2010


Iniziative per risolvere i problemi per la realizzazione della Statale 624 Palermo-Sciacca



“In contrada Piana Scunchipani, con i lavori sulla SS115, si sta procedendo non solo ad un incre-mento del rischio per tutti i conducenti di veicoli a motore ma anche, se non soprattutto, ad un note-vole danno per l’ambiente e gli operatori agricoli e rurali oltre ad un notevole spreco di denaro pub-blico” lo dichiara oggi il deputato del Partito Democratico all’ARS Vincenzo Marinello che rende noto di aver già presentato un’interrogazione all’assessore regionale delle infrastrutture e della mo-bilità Luigi Gentile per sapere se l’Assessore è a conoscenza di questi fatti, quali iniziative ha posto in essere per fronteggiare le problematiche emerse e se non ritenga opportuno e urgente convocare un tavolo tecnico alla presenza dell’Ing. Di Bernardo Capo Compartimento ANAS Sicilia, dell’Amministrazione Comunale e del comitato dei cittadini per affrontare le questioni pendenti e consentire in tal modo che i lavori continuino anche nel rispetto delle istanze avanzate e decise.
“I lavori al momento stanno recando molti più disagi che benefici. Mi chiedo se sia ancora possibi-le, continua Marinello, poter procedere in strade senza asfalto, senza segnaletica, senza barriere di protezione, senza illuminazione considerato che, con l’approssimarsi della stagione invernale, le stesse potrebbero trasformarsi in veri e propri pantani a causa delle piogge, con notevoli disagi e problemi per i diversi trattori e auto che percorrono queste arterie.
In prossimità del bivio S. Bartolo, per esempio, tutto sembrava indirizzato alla realizzazione di uno svincolo per consentire l’ingresso e l’uscita dalle complanari, dal momento che erano state costruite le rampe di accesso per assolvere a tale funzione, mentre adesso stanno per essere dismesse prima ancora di essere state completate lasciando, di fatto, le nuove bretelle delle strade senza uscita. Com’è possibile?
Chiedo, conclude Vincenzo Marinello, che l’Anas e le ditte che si stanno occupando dei lavori di-spongano quanto di propria competenza per risolvere la problematica nel rispetto non solo delle i-stanze portate avanti dal Comitato Piana Scunchipani ma anche di tutti gli operatori agricoli tra po-chi giorni alle prese con la nuova stagione lavorativa.”


On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________


Sciacca, mercoledì 1 settembre 2010


Lavori SS115 - Marinello (PD) “Si intervenga celermente in contrada Piana Scunchipani”



“Quello che sta accadendo nelle ultime settimane a Sciacca in contrada Piana Scunchipani circa i lavori di adeguamento e di realizzazione delle bretelle laterali della strada statale 115 è al di fuori di ogni logica” lo dichiara oggi il deputato del partito democratico all’Assemblea Regionale Siciliana Vincenzo Marinello.
“E’ inammissibile che nel 2010 inermi cittadini, continua Marinello, siano costretti ad essere ostaggio di lavori che, invece di migliorare la viabilità e la percorrenza dell’arteria stradale, spesso teatro di spiacevoli e tragici incidenti stradali, sembrano peggiorarla aggravando notevolmente le situazioni di pericolo che tutti i residenti e gli utenti dell’area sono costretti a subire ormai da diverso tempo.
Lavori non espletati a regola d’arte, poca sicurezza nei cantieri, bretelle laterali sprovviste di opportuna segnaletica stradale, di qualsivoglia misura di sicurezza per gli utenti, di barriere di protezione, persino di asfalto.
Intendo esprimere la mia piena solidarietà ed appoggio al comitato “Piana Scunchipani”, al suo Presidente Dott. Nino Russo, a tutti i residenti della contrada e a tutti gli agricoltori che, per motivi di lavoro, sono costretti giornalmente a sfidare le suddette condizioni stradali.
Rivolgo un accorato appello all’ANAS ed alla Sigenco affinché procedano prima possibile a risolvere tale situazione di grave pericolo e, al contempo, mi auguro che questi interventi vengano effettuati celermente, a regola d’arte e nel rispetto dei tempi contrattualizzati.
A tal fine, conclude l’onorevole Marinello, presenterò la prossima settimana all’ARS un atto ispettivo rivolto al Presidente della Regione Dott. Raffaele Lombardo e all’Assessore regionale delle Infrastrutture e della Mobilità Dott. Luigi Gentile affinché monitorino questa problematica, facciano da tramite presso le sedi ed enti competenti e stabiliscano se, come e perché possano essere accettati tali disservizi e tali rischi per la vita di tutti gli utenti della strada statale 115, in particolar modo per i residenti della contrada Piana Scunchipani”.


On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________


Palermo, venerdì 20 agosto 2010


Pesca: Marinello (PD), sbloccati 33 milioni per pescatori e imprese siciliane



Sono finalmente partite le procedure per l’erogazione delle indennità, pari a 33 milioni di euro, in favore delle imprese di pesca e dei pescatori siciliani, relative alle “misure di aiuto all'occupazione”, previste dalla legge regionale 33 del ‘98 e rimpinguate nella finanziaria regionale del 2008 grazie ad un emendamento presentato Vincenzo Marinello, deputato regionale del PD.
“Si tratta – dice Marinello - dell'attuazione di una legge rimasta ferma per ben 12 anni e che adesso, grazie ad un emendamento con cui di fatto si sbloccano le risorse, rappresenterà una importante boccata d'ossigeno per un settore strategico quale e' quello della pesca. La Sicilia - aggiunge il deputato di Sciacca - è tra l'altro l'unica regione d'Europa ad avere una legge che prevede misure di aiuto per le imprese di pesca e per i lavoratori del settore, con l'assenso dell'Unione Europea”.
I 33 milioni di euro sono già stati ripartiti: 22 milioni sono stati trasferiti alla direzione marittima di Palermo, i restanti 11 milioni alla direzione marittima di Catania. Ogni impresa di pesca che rientra nelle previsioni della legge, a seconda delle dimensioni e delle caratteristiche, percepirà da un minimo di 1.000 euro ad un massimo di 12.000; ad i pescatori che rientrano nelle previsioni della norma andrà un indennizzo di 3.300 euro.


l’addetto stampa
a.r.a. (339/3118196)

_________________________________________________________________________


Palermo, martedì 3 agosto 2010


Trivellazioni petrolifere nel golfo di Sciacca Marinello (PD), il governo fermi questo scempio



“Deturpare la costa meridionale della Sicilia con operazione rischiose per l’ambiente quali sono quelle della perforazione petrolifera, consentendo ad una società che non fornirebbe le necessarie garanzie economiche, di sfruttare un tratto di costa incomparabile qual è quello che va da Sciacca a Castelvetrano è assolutamente inaccettabile”. Lo ha detto, intervenendo durante la seduta d’Aula, il parlamentare regionale del PD, Vincenzo Marinello, che sull’argomento già qualche mese fa aveva presentato una dettagliata mozione.
“ Il presidente della Regione – ha chiesto Marinello – intervenga sul governo nazionale per fermare questo scempio. E’ necessario verificare la regolarità delle autorizzazioni – ha continuato - appurando se sia ammissibile vanificare in un solo colpo l’ingente serie di investimenti che Comunità Europea, Stato, Regione e privati hanno riversato sulle attività turistiche della zona e accertando le possibili conseguenze in un’area di altissima sismicità in cui sono presenti vulcani attivi. Ancor più grave appare – ha sottolineato il parlamentare - la volontà di condizionare in maniera così grave ed irrimediabile lo sviluppo di un intero territorio nel più assoluto silenzio da parte di tutti gli organi competenti. Il governo regionale si attivi – ha concluso Marinello, - perché la richiesta di concessione venga rigettata in nome di un più grande interesse ambientale, sociale archeologico e storico del territorio coinvolto”.


l’ufficio stampa:
f.b. (328/6470097)

_________________________________________________________________________


Palermo, 26 luglio 2010.


Presentazione Libro Bianco



"Un’analisi delle 27 società d’ambito siciliane per capire come avviene la gestione dei rifiuti in Sicilia e come sono stati affrontati, negli anni, i problemi relativi all’emergenza. E’ questo il tema affrontato nel “Libro bianco – rapporto: mafia, politica e rifiuti” che verrà presentato domani, 27 luglio 2010, alle 10 presso la Sala Gialla di Palazzo dei Normanni.
“ Abbiamo pensato di analizzare le relazioni che intercorrono tra mafia, politica e rifiuti – spiega l’autore del libro, Vincenzo Marinello, presidente di Ato1 Sciacca, Sogeir – cercando attraverso l’analisi dei bilanci delle società rifiuti della Sicilia, società d’ambito che hanno raggiunto tre obiettivi: efficienza, efficacia ed economicità”.
All’incontro parteciperanno, tra gli altri, il presidente della commissione regionale antimafia, Lillo Speziale, il segretario regionale PD, Giuseppe Lupo ed il presidente del gruppo parlamentare Antonello Cracolici."

_________________________________________________________________________


Sciacca, mercoledì 7 luglio 2010


Notizie sulla privatizzazione sostanziale delle aziende termali di Sciacca (AG) e Acireale (CT)



"Ieri, durante l’ultima seduta dell’Assemblea Regionale Siciliana, si è parlato del futuro delle Terme di Sciacca (Ag) e Acireale (Ct).
L’assessore per l’economia Michele Cimino ha, infatti, risposto in aula ad un’interrogazione presen-tata dall’onorevole Vincenzo Marinello (Pd) e dall’onorevole Giacomo Di Benedetto (Pd).
La Regione (con la legge n. 10 del 1999) aveva deciso che le aziende autonome delle terme di Sciacca e Acireale - che sopravvivevano grazie ai contributi a pareggio della Regione - dovevano essere privatizzate ma a quasi 10 anni da quella data quell'obiettivo non si è ancora realizzato men-tre l'ordine di problemi connessi al processo di privatizzazione, che si pongono dall'inizio di questa vicenda, sono sempre stati di due tipi: uno riguarda il personale impegnato e l'altra il futuro dell’azienda.
Con la recente introduzione dell’articolo 21 della legge regionale n. 11 del 2010, nell’ultima finan-ziaria, si è stabilito l’interesse della Regione siciliana al rilancio del settore idrotermale, prevedendo per questo scopo, previa acquisizione da parte della Regione dell’intero pacchetto azionario, l’avvio delle procedure di dismissione delle società delle terme di Acireale s.p.a. e delle terme di Sciacca s.p.a. per consentire l’affidamento delle attività di gestione e valorizzazione delle attività idroterma-li a soggetti privati, esperti del settore, opportunamente individuati mediante una selezione ad evi-denza pubblica.
Nei prossimi giorni, è stata prevista una riunione per concordare i termini e le modalità per il trasfe-rimento alla Regione delle azioni detenute dalle aziende di Sciacca e di Acireale, e per tracciare le basi del successivo adempimento connesso all’avvio e all’opportunità per la gara ad evidenza pub-blica ma sulla vicenda vige ancora una certa confusione e sembra che si navighi a vista.
“Quali sono le vere intenzioni della Regione sul patrimonio termale di Sciacca e Acireale? – si chiede oggi l’onorevole Vincenzo Marinello.
Si deve provvedere, perché così il Parlamento ha legiferato, a fare un bando di evidenza pubblica ma si pone un problema: le terme, sia di Sciacca che di Acireale, che saranno liquidate - sono for-temente indebitate anche a causa di gravissime responsabilità dei precedenti amministratori, del precedente Consiglio di Amministrazione e di una mancata decisione o di un’assenza di decisioni-smo da parte del Governo regionale precedente, ma anche di questo, nella fase iniziale, perché sono passati circa due anni dalla legislatura.
Ed è per questa ragione – continua Marinello - che chiedo agli organi competenti di attivarsi con grande celerità affinché questo bando di evidenza pubblica venga fatto e che il Governo della Re-gione, dopo avere accertato esattamente l’ammontare dei debiti da parte delle terme s.p.a. di Sciacca e di Acireale vi faccia fronte come Regione Sicilia, perché non possiamo permetterci di svendere questa risorsa, prima ancora di metterlo in gara con il bando di evidenza pubblica.
La Regione Sicilia deve garantire un futuro al patrimonio termale dell’isola e deve garantire, soprat-tutto, il futuro occupazionale dei lavoratori e dei dipendenti.
Le Terme di Sciacca e di Acireale – conclude l’onorevole Vincenzo Marinello – devono tornare ad essere viste dalla Regione come un grande patrimonio e non come una palla al piede.”


On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________


Sciacca, mercoledì 30 giugno 2010


Comunicato Stampa sulla Realizzazione a Sciacca di un museo regionale delle Arti



"Si è tenuto a Palermo un incontro tra l’assessore regionale dei beni culturali e dell'identità siciliana Gaetano Armao, il deputato Vincenzo Marinello (Pd) e il consigliere comunale di Sciacca Agostino Friscia, dirigente della Soprintendenza di Agrigento.
Oggetto dell’incontro è stato la realizzazione di un museo regionale interdisciplinare delle arti a Sciacca per il quale si è riscontrata la volontà dell’assessore Gaetano Armao che presto si recherà nella città termale per prendere contatto diretto con la realtà e con la struttura individuata come sede del futuro museo, ossia il Complesso Monumentale “S.Margherita”, sito nella via Incisa e attual-mente di proprietà dell’azienda sanitaria provinciale di Agrigento.
Già in passato, il Comune di Sciacca e la Soprintendenza di Agrigento avevano individuato quale sede del Museo il Complesso Monumentale “S.Margherita”.
Nel periodo di tempo compreso tra il 1998 e il 1999, infatti, era stato eseguito presso il Complesso un intervento di consolidamento, restauro e collaudo dell’intera struttura, per un importo di oltre quattro miliardi e mezzo di lire, finanziato interamente dall’assessorato.
Poi, il Complesso è stato consegnato all’allora Azienda Ospedaliera “Ospedali Civili Riuniti” di Sciacca che aveva continuato nel tempo a ribadire di essere la sola legittima proprietaria del bene monumentale.
“Si tratta di un passaggio molto importante – dichiara l’onorevole Vincenzo Marinello. Sciacca, e in generale tutto il circondario, hanno bisogno di musei, di luoghi di interscambio culturale ed artisti-co, di punti d’incontro, non solo per gli abitanti della provincia e dell’isola, ma anche per tutti i turi-sti che giungono nel territorio saccense.
Dopo la stipula della Carta di Burgio (Burgio, Collesano, Caltagirone, Sciacca, S. Stefano di Cama-stra e Patti) grazie alla quale la ceramica siciliana è divenuta patrimonio identitario della Sicilia, co-stituendo in tal modo un assetto significativo nelle politiche culturali dell'Amministrazione regiona-le e l’apertura del Museo della Ceramica a Burgio, proseguirà presto anche a Sciacca, con la realiz-zazione del suddetto museo, il percorso intrapreso dall’assessorato regionale ai beni culturali.
L’assessorato regionale ai beni culturali ha già chiesto all’A.S.P. AG la disponibilità dell’intero Complesso Monumentale al fine di predisporre, a cura della Soprintendenza di Agrigento, il proget-to di completamento e sistemazione della struttura per fini museali.
Sembra esserci – conclude Marinello – la giusta volontà da parte di tutti gli enti interessati, Regio-ne, ASP, Soprintendenza, Comune di Sciacca, di mettere la parola fine ad una questione che si tra-scina da tempo e dotare la città di quel museo di cui ha certamente bisogno per la promozione turi-stica del territorio, per i maestri artigiani e ceramisti locali e per la comunità stessa la quale potrà finalmente ritrovarsi al centro di un circuito virtuoso fatto di arte e cultura".


On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________


Sciacca, giovedì 20 maggio 2010


Comunicato Stampa sull' istanza di Permesso di Ricerca di Idrocarburi "D 354 C.R-SL" al largo delle coste di Sciacca, Menfi e Castelvetrano



“La costa ed il mare antistante Sciacca, Menfi e Selinunte devono essere assolutamente sal-vaguardati e protetti” lo dichiara oggi il deputato del PD all’Assemblea Regionale Siciliana Vincenzo Marinello che ha presentato ieri al governo regionale, durante la seduta d’aula, una mozione in merito al progetto di ricerca di idrocarburi al largo delle coste agrigentine da parte della San Leon Energy.
La mozione sarà discussa al più presto, non appena la conferenza dei capigruppo la calenda-rizzerà.
“Non è possibile che la nostra costa, il nostro ambiente, il nostro territorio, le risorse marine, turistiche, termali soccombano alle regole del profitto”, continua l’onorevole Marinello.
“Autorizzare prospezioni petrolifere e future trivellazioni in una zona che vive soprattutto di turismo e pesca rappresenta una vera e propria scelta folle anche perché le stesse determine-ranno il divieto di balneazione e pesca per una distanza di alcune miglia, rischiando di met-tere definitivamente in ginocchio il comparto marinaro e turistico di Sciacca e delle zone limitrofe e compromettendo numerosi posti di lavoro.
Il comune di Sciacca – continua l’onorevole Vincenzo Marinello - possiede il più grande bacino idrotermale d'Europa con annesse Terme nonché il più grande porto peschereccio di pesce azzurro del Mediterraneo; il comune di Menfi, per il quattordicesimo anno consecuti-vo, ha conseguito l'ambito riconoscimento della Bandiera Blu per la qualità del suo mare e delle sue spiagge; nel comune di Castelvetrano, prospiciente alla costa, si trova una tra le più grandi e meglio conservate acropoli greche, vestigia della città di Selinunte: come non tenere conto di tutto questo?
Chiedo al Governo della Regione - conclude Marinello - che la richiesta di ricerca di idro-carburi venga rigettata e che si approvi presto un una legge che tuteli le coste siciliane in nome del ben più importante interesse ambientale, archeologico, sociale e storico”.


On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________


Sciacca, lunedì 3 maggio 2010


Comunicato Stampa sulle iniziative dell'Onorevole Vincenzo Marinello (PD)



"Nell’ambito delle risorse del PAR FAS Sicilia 2007-2013, al fine di promuovere lo sviluppo eco-nomico e sociale del territorio nonché per favorire gli interventi diretti a tutelare l’ambiente e i beni culturali, sono stati approvati e finanziati 4 progetti fortemente voluti dall’onorevole Vincenzo Ma-rinello, due a Sciacca, uno a Lucca Sicula ed uno a Santa Margherita di Belice.
A Sciacca si tratta della sistemazione dell’area di Piazza La Rosa, in contrada Perriera, per un im-porto di 350mila euro e della sistemazione e creazione di un’area verde e attrezzata in contrada Isa-bella, per un importo di 150mila euro. A Lucca Sicula invece è stato finanziato l’adeguamento di un centro polivalente per attività socio culturali, per un importo di 100mila euro. A Santa Margherita di Belice infine è stato finanziato il restauro del tempietto neoclassico denominato “cafè house” annes-so al parco delle rimembranze, per un importo di 150mila euro.
“Sono molto soddisfatto – dichiara l’onorevole Marinello. Si tratta di 4 progetti per il quale mi sono fortemente battuto all’ARS nel corso dell’approvazione della Finanziaria.”
Ma non solo. Sempre su iniziativa dell’onorevole Marinello giungeranno 640mila euro per la pesca e la marineria. “Si tratta di una boccata d’ossigeno per oltre 50 imprese siciliane del settore pesca che potranno accedere al finanziamento per la costruzione di nuove imbarcazioni secondo una gra-duatoria approvata ma mai attivata a causa del precedente azzeramento del capitolo di spesa”. Lo dice il parlamentare regionale del partito democratico, Vincenzo Marinello.
“L’approvazione di un emendamento al bilancio che rimpingua il capitolo di spesa con 640 mila eu-ro, recupera una situazione incresciosa nei confronti di aziende che avevano già costruito le imbar-cazioni ed erano state inserite nella graduatoria – ricorda il primo firmatario della proposta, il par-lamentare Pd, Vincenzo Marinello. – Queste aziende, sette delle quali in provincia di Agrigento, si erano viste negare il riconoscimento ed il conseguente pagamento di quanto dovuto a causa dell’assenza di fondi”.
“Ora si pone rimedio con l’incremento del capitolo che finalmente potrà aiutare un settore impor-tante qual è quello della pesca sanando un sopruso – dice – che l’amministrazione regionale della precedente legislatura aveva illegittimamente avallato pur in presenza di sentenze della giustizia amministrativa passate in giudicato favorevoli alle imprese beneficiarie”.
Importanti finanziamenti anche per gli LSU. 1.063mila euro saranno destinati, nell’ambito delle misure per l’occupazione e lo sviluppo, agli LSU per il periodo che va da maggio a dicembre 2010.
“Un finanziamento utile a dimostrare l’attenzione mia e del Partito Democratico ad un settore ne-vralgico e spesso bistrattato. Anche in questo caso una boccata d’ossigeno che servirà a lenire le difficoltà inerenti agli LSU per tutto il 2010.
Inoltre mi sono occupato della situazione delle Terme e del personale, del canone ridotto delle con-cessioni demaniali marittime e ho cercato di fare rientrare al comune di Sciacca il debito EAS”
Di queste e di tutte le altre iniziative, tra le quali la ripubblicizzazione del servizio idrico, portate avanti dall’onorevole Vincenzo Marinello si parlerà in una conferenza stampa che si terrà domani 4 maggio 2010 alle ore 10:00 presso la sede del gruppo consiliare del Partito Democratico di Sciacca".


On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________


Palermo, venerdì 30 aprile 2010


Finanziaria: Marinello (PD), approvato emendamento su riduzione canone demaniale per cooperative pesca e impianti di allevamento ittico



“La riduzione del canone sulle concessioni demaniali marittime si applica non solo per gli enti pubblici, ma anche per in favore delle cooperative di pesca e degli impianti di allevamento ittico”. Lo prevede un emendamento all’articolo 37 della finanziaria regionale, attualmente in discussione all’Ars, presentato dai deputati regionali Vincenzo Marinello, Camillo Oddo e Baldo Gucciardi (PD), sottoscritto da Paolo Ruggirello (Mpa) e fatto proprio dal governo.
“Siamo la prima regione d’Europa ad introdurre questa norma - dice Vincenzo Marinello – che rappresenta un punto di svolta nelle politiche regionali sulla pesca. L’approvazione di questa norma è la dimostrazione che, quando si vuole, si possono fare buone leggi per il mondo produttivo”.


l’addetto stampa
a.r.a. (339/3118196)

_________________________________________________________________________


Palermo, mercoledì 28 aprile 2010


Pesca. Approvato emendamento di Vincenzo Marinello (PD) via libera al contributo per le nuove imbarcazioni



“Una boccata d’ossigeno per oltre 50 imprese siciliane del settore pesca che potranno accedere al finanziamento per la costruzione di nuove imbarcazioni secondo una graduatoria approvata, ma mai attivata a causa del precedente azzeramento del capitolo di spesa”. Lo dichiara il parlamentare regionale del partito democratico, Vincenzo Marinello. “L’approvazione di un emendamento al bilancio che rimpingua il capitolo di spesa con 640 mila euro, recupera una situazione incresciosa nei confronti di aziende che avevano già costruito le imbarcazioni ed erano state inserite nella graduatoria – ricorda il primo firmatario della proposta, il parlamentare PD, Vincenzo Marinello. - Queste aziende, sette delle quali in provincia di Agrigento, si erano viste negare il riconoscimento ed il conseguente pagamento di quanto dovuto a causa dell’assenza di fondi. Ora si pone rimedio con l’incremento del capitolo che finalmente potrà aiutare un settore importante qual è quello della pesca sanando un sopruso che l’amministrazione regionale della precedente legislatura aveva illegittimamente avallato pur in presenza di sentenze della giustizia amministrativa passate in giudicato favorevoli alle imprese beneficiarie”.


l’ufficio stampa:
f.b. (328/5470097)

_________________________________________________________________________


Palermo, giovedì 28 gennaio 2010


Scuola: Marinello (PD), meschine e pericolose le polemiche su dibattito antimafia in liceo Sciacca



“Polemiche meschine e pericolose, che evidenziano quanto la diffusione della cultura dell’antimafia sia ancora difficile in Sicilia”. Lo dice Vincenzo Marinello, deputato regionale del PD, a proposito dell’interrogazione presentata dal parlamentare del PDL Giuseppe Marinello al ministro della Pubblica istruzione su due iniziative che si sono svolte nel liceo classico “Tommaso Fazello” di Sciacca (Ag). Le iniziative, sul tema dell’antimafia, avevano per titolo “Informazione Libera. Giornalismo ed antimafia: il coraggio di denunciare e la voglia di lottare”, ma secondo l’esponente del PDL avevano un carattere politico.
“Il mondo della scuola – dice Vincenzo Marinello - non solo ha il diritto, ma ha anche il dovere di educare i più giovani, gli studenti e le famiglie all’onestà ed alla giustizia attraverso l’organizzazione di incontri, convegni e dibattiti al fine di poter avere nel prossimo futuro una società eticamente più giusta e più rispettosa della legalità. A maggiora ragione se questi hanno per tema il valore dell’antimafia”.
Vincenzo Marinello esprime la “più totale solidarietà e vicinanza umana” a tutti gli organizzatori degli incontri ed in particolar modo al preside del liceo “Tommaso Fazello” di Sciacca, Filippo Brancato. “Mi auguro – ha concluso – che iniziative come queste si svolgano sempre più frequentemente in tutte le scuole della Sicilia”.


l’addetto stampa
a.r.a. (339/3118196)

_______________________________________________________________________


Palermo, sabato 23 gennaio 2010


Crollo Favara: Marinello (PD), tragedia che ripropone il tema della sicurezza abitativa in Sicilia



“A Favara si è consumata una tragedia che ripropone quella che ormai in Sicilia è una vera e propria emergenza: la sicurezza, da quella degli immobili all’assetto del territorio”. Lo dice Vincenzo Marinello, deputato regionale del PD, che esprime il proprio cordoglio per la morte di due bambini provocata dal crollo di una palazzina a Favara.
“Serve un intervento massiccio e organico del governo – aggiunge - per affrontare la questione abitativa in Sicilia e varare un piano per la messa in sicurezza degli edifici a rischio”.


l’addetto stampa
a.r.a. (339/3118196)

_______________________________________________________________________


Palermo, giovedì 10 dicembre 2009


Sciacca. Necessaria sede staccata Genio Civile Interrogazione di Marinello (PD)



“Aprire a Sciacca almeno un giorno della settimana, una sede distaccata dell’ufficio del Genio Civile, consentirebbe di agevolare il lavoro dei professionisti. “ Lo suggerisce in un’interrogazione il deputato regionale del Partito Democratico, Vincenzo Marinello.
“Secondo la procedura i professionisti presentano l’istanza del progetto o della variante mentre i funzionari direttivi esaminano formalmente la pratica, controllando che la documentazione sia completa e nel caso in cui questa sia incompleta l’istanza viene respinta, una mera verifica veloce e formale della completezza del progetto presentato, - ricorda Marinello - per la quale oggi è necessario recarsi presso gli uffici del Genio Civile che hanno sede ad Agrigento, con notevoli disagi da parte dei professionisti (ingegneri, architetti, geometri e periti edili). Una sede distaccata – conclude il parlamentare PD, - agevolerebbe notevolmente l’attività di tutti i professionisti del settore non solo di Sciacca, ma anche di tutti i paesi limitrofi quali Menfi, Santa Margherita di Belice, Montevago, Sambuca, Ribera, Burgio e Calamonaci.


l’ufficio stampa:
f.b. (335/5792324)

_______________________________________________________________________


Palermo, martedì 17 novembre 2009


Ambiente. Attivista siciliana di Greenpeace espulsa dall’Indonesia Marinello: grave violazione dei diritti civili



“L’espulsione da parte della polizia indonesiana di un gruppo di attivisti italiani di Greenpeace è un atto di grave violazione dei diritti civili”. Lo dice il deputato regionale del Partito Democratico, Vincenzo Marinello, in merito a quanto successo in Indonesia, dove le forze dell’ordine hanno impedito alla responsabile della campagna foreste dell’associazione, la siciliana Chiara Campione di raggiungere il Campo di resistenza forestale nella penisola di Kampar a Sumatra, dove è in atto una protesta contro la deforestazione
“ I nostri concittadini, erano in Indonesia a manifestare per difendere uno degli ultimi polmoni verdi del pianeta - continua Marinello – e sono stati vittime di un trattamento da stato di polizia che richiede un’urgente presa di posizione ufficiale da parte del nostro governo. Attraverso l'attività di monitoraggio, ricerca e comunicazione stanno cercando di mostrare ai capi di Stato la necessità, per salvare il pianeta, di tagliare le emissioni di anidride carbonica impedendo la distruzione di milioni di ettari di superficie forestale.
Chiediamo dunque – conclude il parlamentare regionale – che il governo intervenga immediatamente perché i nostri concittadini, attivisti dell’associazione ambientalista, ricevano tutto il sostegno necessario per poter svolgere l’importante compito di sensibilizzazione programmato”.


l’ufficio stampa:
f.b.(335/5792324)

_________________________________________________________________________


Palermo, venerdì 9 novembre 2009


Pesca. Finanziati i consorzi siciliani Marinello (PD), no contributi a pioggia



“Il finanziamento, da parte dell’assessore regionale alla Pesca, Titti Bufardeci, dei consorzi di ripopolamento ittico è un provvedimento apprezzabile, ma che non può restare isolato se si vuole realmente operare nell’ottica di un’incentivazione del settore”. Lo dice il parlamentare regionale del Partito Democratico, Enzo Marinello. “Non è possibile - continua, Marinello – che ci si limiti ad un erogazione contributiva che poco serve al disegno di sostegno e promozione del settore produttivo della pesca. Il governo, invece, - sottolinea il parlamentare – venga a riferire in commissione attività produttive all’Ars, illustrando quali siano i consorzi effettivamente operativi e quali invece, quelli nel tempo declassati a puri stipendifici”.


l’ufficio stampa:
f.b.(335/5792324)

_________________________________________________________________________


Cattolica Eraclea, 19 settembre 2009


Visita alla caserma dei CC danneggiata dal maltempo.



"L'On. Vincenzo Marinello ha visitato la nuova caserma dei carabinieri di Cattolica Eraclea danneggiata nei giorni scorsi dal maltempo, dopo aver incontrato a Ribera gli agricoltori che hanno avuto ingenti danni alle colture.
Massimo impegno per il ripristino dell'immobile è stato assunto dal parlamentare del Pd Angelo Capodicasa che , con l'On. Marinello, è stato accompagnato dal capo dell’ufficio tecnico comunale, Antonino Catania, e dal dirigente Calogero Ballarò".

_________________________________________________________________________


Palermo, giovedì 17 settembre 2009


Crisi del comparto agricolo. Marinello (PD) Il governo regionale avvii misure di sostegno.



“Ancora una volta le richieste d’aiuto degli agricoltori siciliani sono rimaste inascoltate”. Lo dice il parlamentare regionale del Partito Democratico, Vincenzo Marinello, commentando l’ennesima assenza del governo, dall’aula della commissione attività produttive dove oggi avrebbero dovuto essere dibattuti i temi inerenti la crisi del comparto agricolo. “Il governo – sottolinea Marinello – sembra dimenticare che il settore agricolo costituisce il primo comparto produttivo dell’isola, nel quale operano un significativo numero di aziende che in alcuni casi costituiscono punti d’eccellenza dell’intero tessuto imprenditoriale e socio economico della nostra regione. Negli ultimi anni – continua il parlamentare del PD - le imprese agricole hanno manifestato difficoltà ad operare a causa di numerosi problemi che incidono pesantemente sullo sviluppo. Anche i violenti nubifragi degli ultimi giorni hanno infierito notevolmente sulle aziende danneggiando le coltivazioni. Il governo regionale – conclude Marinello – non può fare orecchie da mercante alle richieste degli imprenditori agricoli, ma deve proporre misure di sostegno che puntino ad incentivare e qualificare il settore”.


l’ufficio stampa:
f.b. (335/5792324)

_________________________________________________________________________

Palermo, martedì 4 agosto 2009


Lampedusa. Interrogazione di Panepinto e Marinello (PD) Subito la nomina di un commissario straordinario



“E’ necessario procedere, rapidamente, alla nomina di un commissario straordinario per garantire il corretto funzionamento della macchina amministrativa del Comune di Lampedusa”. Lo chiedono i parlamentari regionali del Partito Democratico, Giovanni Panepinto e Vincenzo Marinello con un interrogazione inviata all’assessore regioanle agli Enti Locali. “L’inchiesta della magistratura che ha portato all’arresto del primo cittadino- sottolineano i due deputati - ha causato la paralisi amministrativa dell’Ente. A questo punto – concludono – è urgente nominare un commissario che garantisca il funzionamento del Comune”.

l’ufficio stampa:
f.b.(335/5792324)

_________________________________________________________________________

Palermo, giovedì 30 luglio 2009


Pesca: Marinello (PD), drammatica sottovalutazione degli effetti della crisi “Servono misure urgenti nel rapporto fra imprese e istituti di credito”



“C’è una drammatica sottovalutazione degli effetti che la crisi economica sta avendo sul comparto della pesca in Sicilia. Bisogna raccogliere l’appello che viene dalle imprese che operano nella filiera ittica e intervenire immediatamente, innanzitutto sul versante del rapporto con gli istituti di credito”. Lo dice Vincenzo Marinello, deputato regionale del Partito Democratico.
“Nei mesi scorsi alcuni fattori, ad iniziare dal caro-gasolio, hanno messo in ginocchio le marinerie siciliane, ma dal governo regionale non sono arrivate le risposte necessarie. Adesso non si può più perdere tempo: bisogna discutere, insieme con i rappresentanti del comparto, gli interventi più urgenti da mettere in campo, da affiancare a misure strutturali, per sostenere un asse portante dell’economia siciliana e della nostra stessa identità culturale”.

l’addetto stampa
a.r.a. (339/3118196)

_________________________________________________________________________

Palermo, venerdì 10 luglio 2009


Sciacca. Grave degrado al molo di levante. Marinello (PD): si intervenga con urgenza



“E’ necessario predisporre un piano di interventi di bonifica e manutenzione che ponga fine al crescente degrado del molo di levante del porto di Sciacca”. Lo dice il deputato regionale del Partito democratico, Vincenzo Marinello. “ L’intera area – spiega il parlamentare, in un’interrogazione inviata all’assessore ai lavori Pubblici, – versa in condizione di estremo degrado . Il perdurare di questa condizione – continua – rischia di compromettere gravemente sul piano economico gli innumerevoli operatori economici operanti nel settore della pesca, ma anche l’intera cittadinanza oltre che l’immagine della cittadina sul piano turistico. Per questo – conclude Marinello – è doveroso adottare tutti i provvedimenti necessari a risolvere rapidamente la condizione di degrado del porto di Sciacca”.


l’ufficio stampa:
f.b.(335/5792324)

_________________________________________________________________________

Sciacca, giovedì 11 giugno 2009


Polemiche sulla presenza dell'On. Marinello nella Giunta del Dott. Vito Bono



"Ho sentito nei notiziari delle TV locali che mi vengono attribuiti comportamenti o decisioni in merito alla mia permanenza nella giunta del Dott. Vito Bono: cinguettii di passeri solitari stimolati da influssi stagionali.
Già in passato mi è capitato di dovermi dimettere da una Giunta della quale ero stato chiamato a far parte, avendo preferito il ruolo di consigliere comunale. Altri tempi e ben altre persone in campo!
Nell'odierna situazione, non sussistendo alcuna incompatibilità nei ruoli istituzionali da me ricoperti, ho accettato di far parte della Giunta Bono non per mettere il capello sulla sedia in attesa che venga occupata da altri “disinteressati!” aspiranti, né per fare da specchietto alle allodole elettorali, ma per rendere un utile servizio alla città a costo zero.
Per tale motivo dichiaro di voler mantenere l'incarico conferitomi, salvo decisione contraria del sindaco. La composizione della Giunta, infatti, rientra nella piena autonomia del sinda-co e ben ha fatto il Dott. Vito Bono a ricordarlo ai “totoassessoristi” più o meno interessati.
Quanto all'impegno elettorale nelle elezioni del 6/7 giugno, non mancheranno le occasioni per una attenta analisi del voto in sedi politiche più appropriate"


On. Vincenzo Marinello

_________________________________________________________________________

Palermo, martedì 9 giugno 2009


Amministrative Sciacca. Marinello (PD): ottimo risultato



“Ottima affermazione del candidato a primo cittadino di Sciacca, Vito Bono, eletto al primo turno con un numero di preferenze di 5 punti percentuali maggiore rispetto alla coalizione che lo sosteneva”
Lo dice il deputato regionale del Partito democratico, Vincenzo Marinello commentando il risultato positivo delle consultazioni amministrative.
“Sciacca ha bisogno di un’amministrazione che avvii progetti di rilancio economico. – continua Marinello - E’ la prima volta dal 1993 che un sindaco vince al primo turno, sintomo che i cittadini hanno ben compreso il messaggio di cambiamento ed inversione della rotta. Il PD – conclude - ha giocato un ruolo fondamentale per la costruzione del progetto politico attorno al candidato sindaco”.


l’ufficio stampa:
f.b. (335/5792324)

_________________________________________________________________________

Palermo, lunedì 8 giugno ’09


Europee. Marinello (PD), straordinario risultato Sciacca



“Il risultato di Sciacca, che attesta il partito democratico al 41,5 per cento con 6 punti percentuali di differenza dal Pdl, è il risultato del grande impegno e della continua e proficua presenza sul territorio”.
Lo dice il deputato regionale del Partito Democratico, Vincenzo Marinello.
“ Molto importante, certamente, – continua il parlamentare - è stata la presenza in lista della candidata locale, Mariolina Bono, vice presidente dell’assemblea regionale del partito e già candidata a sindaco nelle precedenti amministrative. La straordinaria rimonta del partito rispetto alle passate europee – conclude - ci lascia ben sperare anche per il risultato delle amministrative”.


l’ufficio stampa:
f.b.(335/5792324)

_________________________________________________________________________

Palermo, giovedì 30 aprile 2009

Finanziaria: Marinello (PD), bene norma su sostegno alle marinerie siciliane


“La norma sugli aiuti ai pescatori inserita nella finanziaria rappresenta una boccata d’ossigeno per le marinerie siciliane”. Lo dice Vincenzo Marinello, deputato regionale del PD. “Con la proroga degli effetti della legge 33 del ’98 si potranno erogare 55 euro al giorno per ogni pescatore e quanto previsto dalle tabelle comunitarie per le imprese di pesca. Vigileremo – conclude - affinché il governo emani al più presto un apposito regolamento, necessario all’erogazione dei contributi che ammontano in tutto a circa 40 milioni di euro”.


l’ufficio stampa:
f.b.(335/5792324)

_________________________________________________________________________

Palermo, venerdì 5 dicembre 2008


Ars. Approvato l’ordine del giorno sulle comunità alloggio. Marinello (PD): maggiore attenzione dal governo regionale



“Sono molto soddisfatto per l’approvazione da parte dell’aula dell’ordine del giorno in merito alle iniziative a sostegno delle comunità alloggio in Sicilia”. Il parlamentare regionale del partito Democratico, Vincenzo Marinello, commenta così il voto positivo del parlamento regionale. “I ridotti trasferimenti di fondi per la spesa sociale ai Comuni, che a loro volta hanno dichiarato di non poter più sostenere i costi, stanno limitando fortemente i ricoveri nelle strutture adatte al trattamento del disagio psichico – sottolinea Marinello - Tutto questo determina conseguenze devastanti per le cooperative sociali che non possono più pagare gli stipendi ai dipendenti. L’esperienza delle comunità alloggio per disabili psichici in Sicilia non può assolutamente essere accantonata. Ma perché il pericolo di chiusura venga allontanato il Governo regionale deve determinare le condizioni utili al prosieguo dell’attività non scaricando sulle cooperative i costi del welfare. Il parlamento regionale – conclude – ha approvato l’ordine del giorno considerandolo una raccomandazione alla governo regionale e questo pone le basi per le future iniziative a sostegno delle cooperative sociali”.


l’addetto stampa
f.b. (335/5792324)

_________________________________________________________________________

Palermo, giovedì 4 dicembre 2008


Sanità. Riapertura termini per accreditamento. Marinello (PD): per il Governo figli e figliastri.



“Il Governo regionale sta adottando la politica dei ‘figli e figliastri’. La riammissione all’accreditamento con il servizio sanitario pubblico non può riguardare solo le strutture per disabili o di riabilitazione, e non i tanti centri che si trovano nelle stesse condizioni” . Lo dice il deputato regionale del Partito Democratico, Vincenzo Marinello. “Appare quanto mai strana la riapertura dei termini per una trentina di centri precedentemente esclusi, annunciata dal Presidente Lombardo. - sottolinea Marinello – I problemi di accreditamento segnalati per le strutture di assistenza ai disabili – continua – valgono per tutti i settori dell’assistenza sanitaria dove sono stati esclusi presidi che pure avevano presentato l’istanza entro i termini ed erano in possesso di un accreditamento provvisorio. Per ottenere l’accreditamento era necessario superare una verifica dei requisiti strutturali tecnologici ed organizzativi, dei quali i centri in questione non erano possesso alla data del 28 giugno 2007. A questo punto – conclude il parlamentare – il Governo deve spiegare come intende affrontare la situazione: se modificando la legge o mediante un provvedimento amministrativo procedendo ad un nuovo accertamento di tutte le strutture evitando, però, che ci siano ‘figli di un dio minore’. Il presidente Lombardo ricordi che è il Governatore di tutta la Sicilia e che la sua attenzione non può e non deve essere concentrata sulle strutture ricadenti nella provincia di Catania che conta il maggior numero di centri di riabilitazione per disabili.”.

l’addetto stampa
f.b. (335/5792324)


_________________________________________________________________________

Palermo, martedì 2 dicembre 2008


Pesca. Protocollo d’intesa tra Italia e Tunisia. Marinello (PD): aiuterà lo sviluppo del settore



“La grande attenzione mostrata dal governo tunisino verso il distretto produttivo della pesca di Mazara del Vallo è certamente importante per lo sviluppo della filiera e la creazione di un ‘Distretto mediterraneo’ che unendo gli sforzi possa realizzare un programma comune di gestione”. Il deputato regionale del Partito Democratico, Vincenzo Marinello, commenta così il protocollo sottoscritto da i rappresentanti del governo tunisino, il sottosegretario allo sviluppo economico, l’assessorato regionale ed i rappresentanti del Distretto Produttivo di Mazara del Vallo. “ Il programma di cooperazione sottoscritto, giusto un anno fa – continua Marinello - è giunto ad una fase avanzata. Ora bisogna concentrare gli sforzi per razionalizzare l’impiego delle risorse con programmi comuni che consentano di affrontare nel miglior modo i periodi di fermo biologico anche attraverso il reperimento dei fondi necessari a sostenere gli operatori del settore ”


l’addetto stampa
f.b. (335/5792324)

_________________________________________________________________________

Palermo, venerdì 7 novembre 2008


Antimafia, Marinello: inserimento nomi Battaglia e Scalia in elenco vittime di mafia cancella torto a memoria famiglie e storia Sicilia.



“L’Ars ha rimediato ad un torto, ha corretto un errore che suonava come un’ingiustizia per chi ha pagato con la vita l’impegno antimafia”. Lo dice Vincenzo Marinello, deputato regionale del PD, che insieme con il parlamentare Camillo Oddo ha presentato un emendamento al pacchetto di norme antimafia approvato ieri dall’Ars, che include nell’elenco delle vittime di mafia dal ’44 al ‘66 inserito in una legge regionale del ’99, anche i nomi di Carmelo Battaglia e Giuseppe Scalia.
“Due sindacalisti – dice Marinello – che meritano di essere ricordati fra coloro i quali, in anni lontani e difficili, persero la vita per il loro impegno sociale e contro l’oppressione criminale e mafiosa che proprio allora si radicava in Sicilia. Per un mero errore materiale i nomi di Battaglia e Scalia non erano stati inseriti nell’elenco del ’99. Ieri l’Ars ha posto rimedio, cancellando quello che era un torto alle famiglie delle vittime e alla stessa memoria della Sicilia”.


l’addetto stampa
a.r.a. (339/3118196)

_________________________________________________________________________

Palermo, mercoledì 22 ottobre 2008

Golf: Vincenzo Marinello (PD), selezione personale resort Forte a Sciacca avvenga senza pressioni politiche.



“L’approvazione della legge sui campi da golf dà una boccata d’ossigeno al turismo in Sicilia. Da parte nostra abbiamo evitato, con alcuni emendamenti correttivi che nell’articolato si aprissero spiragli a possibili speculazioni edilizie”. Lo dice Vincenzo Marinello, deputato regionale del PD, in merito all’approvazione da parte dell’Ars del ddl sul golf.
“A questo punto – prosegue Marinello - dopo le due precedenti bocciature causate da divisioni interne al centrodestra, l’Ars ha fatto la sua parte per permettere il completamento delle opere e l’avvio dell’attività di Sir Rocco Forte a Sciacca, dove questa porterà benefici sul piano occupazionale: è bene però che la selezione del personale avvenga al di fuori di qualunque pressione politica ed esclusivamente secondo criteri di trasparenza, tenendo conto delle tante professionalità locali”.

l’ufficio stampa:
a.r.a. (339/3118196)

_________________________________________________________________________

Palermo, martedì 22 Ottobre 2008


Comunità alloggio a rischio chiusura e Comuni al dissesto. Vincenzo Marinello (Pd): l’assessore Scoma solleciti i fondi nazionali



“Le comunità alloggio della provincia di Agrigento rischiano di chiudere per mancanza di fondi. Il pagamento delle rette per il mantenimento dei minori stranieri non può essere sostenuto dai soli Comuni”. Lo dice il deputato regionale del Partito Democratico, Vincenzo Marinello che con un’interrogazione richiama l’attenzione dell’assessore alle autonomie locali, Francesco Scoma. “ Le comunità alloggio presenti sul territorio della provincia di Agrigento – sottolinea Marinello – ad oggi vantano crediti elevati. Somme per altro destinate a crescere, mentre dal Fondo nazionale per le Politiche ed i Servizi di Asilo non sono arrivate le risorse che in precedenza erano state annunciate. Ora – continua il deputato del Pd – i Comuni si trovano a fare i conti con pagamenti che potrebbero portarli sull’orlo del dissesto finanziario. Appare inevitabile, a questo punto, attivare tutte le iniziative necessarie a fronteggiare il problema. Per questo – conclude – chiedo al Presidente della Regione ed all’assessore, di intervenire presso il Ministero degli Interni per individuare una soluzione che consenta l’immediato accreditamento dei fondi nazionali per il normale svolgimento della funzione sociale assegnata alle comunità alloggio”


l’addetto stampa
f.b.(335/5792324)

_________________________________________________________________________

Palermo, mercoledì 6 agosto 2008

Fiat: PD, nessuno storno fondi Termini in favore Asi


“La commissione Attività produttive dell’Ars non ha approvato alcuno storno dei i 150 milioni di euro destinati all’area industriale di Termini Imerese verso le Asi siciliane”. Lo dicono Pino Apprendi, Miguel Donegani e Vincenzo Marinello del Partito Democratico, rispettivamente vicepresidente e componenti della commissione, dopo le dichiarazioni dell’assessore all’Industria Pippo Gianni.
“In realtà – aggiungono – in commissione è stato avviato un percorso per permettere l’utilizzo dei fondi a favore di nuovi insediamenti produttivi in Sicilia. Per quel che riguarda lo stabilimento Fiat di Termini Imerese, è bene sottolineare come la fuga dell’azienda sia dipesa da responsabilità del precedente governo regionale e dalla tiepida azione del governo Lombardo”


l’addetto stampa
a.r.a. (339/3118196)

_________________________________________________________________________

Palermo, giovedì 31 luglio 2008

Estorsioni. Vincenzo Marinello (PD) tra i firmatari della Mozione. La politica sostenga chi denuncia il racket.


“Bisogna favorire gli imprenditori ed i commercianti che si ribellano al racket escludendo dalle gare d’appalto pubblico chi non denuncia”. L’on. Vincenzo Marinello è tra i firmatari della proposta del Partito Democratico che all’Ars ha presentato una mozione (primo firmatario il presidente del gruppo, Antonello Cracolici) con la quale si chiede di inserire le cosiddette ‘clausole sirena’ in tutti i bandi e capitolati per l’affidamento di lavori e per l’acquisto di beni e servizi. “La crescita dell’economia e della società – sottolinea Marinello – passa attraverso la lotta alla mafia ed al condizionamento criminale. In questa direzione la politica deve fornire orientamento, sostegno ed incoraggiamento agli imprenditori ed ai commercianti affinché rifiutino di pagare il pizzo”.

l’addetto stampa
f.b. (335/5792324)

_________________________________________________________________________

Palermo, giovedì 25 luglio 2008

Agricoltura. Marinello (PD): subito un pacchetto di norme per rilanciare il comparto.


Azzerare le accise e ridurre l’IVA per i carburanti agricoli, attuare ogni misura utile a contrastare l’aumento di prodotti fitosanitari, definire misure che puntino ad incentivare e qualificare l’agricoltura riorganizzando il sistema agroalimentare siciliano e puntando a restituire competitività al settore favorendo la ripresa dei consumi. Sono questi alcuni dei punti del programma di rilancio del comparto agricolo siciliano sul quale l’on. Vincenzo Marinello (PD) chiede l’intervento del governo regionale. “ L’agricoltura costituisce il primo comparto produttivo dell’isola nel quale operano un significativo numero di aziende che in alcuni casi costituiscono punti di eccellenza dell’intero tessuto imprenditoriale e socio-economico dell’isola, - sottolinea Marinello - ma negli ultimi anni le imprese agricole hanno manifestato difficoltà ad operare a causa di una scarsa dotazione infrastrutturale oltre che dell’innalzamento dei costi degli idrocarburi”. La mozione della quale l’on. Marinello è primo firmatario impegna il Presidente della Regione alla definizione di una serie di interventi a sostegno del settore agricolo. “ E’ necessario - conclude Marinello – un pacchetto di norme che vadano dal sostegno alle strutture associative, al rafforzamento dei consorzi fidi, alla realizzazione di una cabina di regia tra le organizzazioni agricole ed i soggetti istituzionali, fino alla convocazione di una conferenza agraria regionale. Solo con la concertazione tra le rappresentanze sociali e l’amministrazione regionale sarà possibile l’attuazione del PSR attraverso procedure trasparenti”.


l’addetto stampa
f.b.. (335/5792324)

_________________________________________________________________________


Palermo, giovedì 24 luglio 2008


Zootecnia. Marinello (PD): Il comparto è in crisi. Subito un piano di interventi



“Subito un piano di interventi a favore delle aziende zootecniche dell’isola messe in ginocchio dalle ripetute emergenze sanitarie”. L’on. Vincenzo Marinello ( PD) indica i problemi che investono il comparto e chiede con un’interpellanza all’assessore regionale all’agricoltura, l’attuazione di programmi che abbiano come obiettivo primario il rilancio economico dell’intero settore. “Dinanzi all’acuirsi della crisi, dovute ad un’iniqua redistribuzione del valore aggiunto derivante dalle produzioni – sottolinea il parlamentare - il governo regionale non può restare passivo, ma deve necessariamente provvedere principalmente all’attuazione di un programma straordinario di controllo ed eradicazione delle epidemie oltre che allo studio di misure di sostegno per la fissazione dei prezzi alla stalla per latte e carne”. L’on. Marinello chiede, inoltre, l’emanazione di un decreto che individui zone isolate per l’eliminazione delle carcasse degli animali morti, evitando, così un ulteriore aggravio di costi per gli allevatori e la sospensione dell’efficacia del tariffario unico regionale relativo alla sanità animale. Con l’atto ispettivo, sottoscritto anche da altri deputati del PD, Marinello indica l’opportunità di una coerente applicazione della nuova normativa comunitaria in materia di igiene.


l’addetto stampa
f.b. (335/5792324)

_________________________________________________________________________


Palermo, mercoledì 23 luglio 2008

Pesca e caro gasolio. Mozione di Marinello ( PD): subito un piano per utilizzare dei fondi europei


Intervenire in favore dei vari sistemi di pesca disciplinando il periodo di arresto temporaneo mediante la predisposizione di Piani di gestione locale; predisporre misure di fiscalità di vantaggio per tutti i settori della filiera agroalimentare e per l’abbattimento dei costi energetici; predisporre con l’industria cantieristica siciliana programmi per l’utilizzo delle misure previste per la riconversione e l’ammodernamento della flotta peschereccia, promuovere un piano di interventi per favorire le organizzazioni di produttori. Sono questi alcuni dei punti principali contenuti nella mozione, primo firmatario l’on. Vincenzo Marinello (PD) presentata nel corso dell’odierna seduta d’aula all’Ars. La mozione, sottoscritta da tutti in parlamentari del Pd, prende spunto dalle recenti decisioni dell’Unione Europea a sostegno delle aziende operanti nel settore della pesca e impegna il governo regionale ad una serie di iniziative necessarie a sostenere le aziende del settore messe in ginocchio dal caro gasolio. “L’Unione Europea – sottolinea l’on Marinello - ha messo a disposizione del settore la cifra di 112.989,76 Euro a cui si dovrà aggiungere un equivalente contributo nazionale. La mozione appena presentata impegna il governo regionale indicando priorità ed urgenza”.


l’addetto stampa
f.b. (335/5792324)


_________________________________________________________________________


17/07/2008

Tassa sui rifiuti. Vincenzo Marinello (PD) ai Sindaci: Utilizzate il rimborso IVA per ridurre la TARSU.

“Una buona notizia per i Sindaci e di conseguenza per i cittadini” E’ quanto afferma l’on. Vincenzo Marinello (Pd) in merito alla circolare dell’assessorato alla famiglia che informa i primi cittadini della determinazione di una quota pari a Euro 13.695.000 prelevati dal fondo delle autonomie in favore dei comuni per l’anno 2008 e utilizzabili per il rimborso I.V.A. per servizi non commerciali affidati a soggetti esterni. “ Il rimborso di una quota Iva sui servizi esterni, come per esempio quelli erogati dagli ATO RIFIUTI - sottolinea Marinello – rappresenta una boccata d’ossigeno per le casse comunali, ma non solo. Il provvedimento dell’assessorato alla Famiglia, infatti potrebbe ripercuotersi favorevolmente sui cittadini con una sensibile diminuzione delle tariffe. Per questo – conclude il deputato regionale -. Invito tutti i Comuni ad espletare nel più breve tempo possibile le pratiche necessarie per accedere in tempi brevi al rimborso e i sindaci utilizzare i fondi per ridurre la TARSU ( Tassa sui rifiuti solidi urbani) in attesa dell’entrata in vigore della TIA ( Tassa di igiene ambientale).

Fonte: Ufficio Stampa ARS
_______________________________________________________________________________

17/07/2008

Sanità. Marinello (PD): carenze igieniche all’Ospedale di Sciacca, l’Assessore predisponga un’ispezione.

“Per fronteggiare la crisi della sanità in Sicilia occorrono massicci interventi che puntino a tutelare i pazienti in modo particolare dalle condizioni di degrado igienico-sanitario in cui versano alcune strutture ospedaliere”. L’on. Vincenzo Marinello (PD) punta l’indice, soprattutto, sulla situazione venutasi a creare all’interno dei reparti dell’ospedale Giovanni Paolo II - Ospedali Riuniti di Sciacca dove, secondo le denunce dei pazienti, una crescente presenza di insetti rende impraticabile il normale svolgimento dell’attività sanitaria. Con un’interrogazione al Presidente della Regione e all’assessore alla sanità, Marinello chiede che venga predisposta al più presto un’ispezione all’interno del nosocomio. “E’ assolutamente necessario – afferma Marinello - un intervento che migliori la condizione sanitaria della struttura garantendo il diritto alla salute dei cittadini”.

Fonte: Ufficio Stampa ARS
_______________________________________________________________________________

venerdì, 10 luglio 2008

Ars approva mozione Marinello sulla pesca

Approvato ieri pomeriggio dall'Assemblea Regionale Siciliana la mozione Marinello, proposta dall'omonimo consigliere del PD , e che prevede una serie di iniziative fra le quali l'impegno del governo per l'attivazione del fermo biologico, per contrastare la crisi della marineria siciliana, determinata soprattutto dal costante aumento del costo del gasolio.
"Ho chiesto l'impegno del Governo – dice Marinello - per predisporre il fermo biologico e per procedere al pagamento dei contributi a percentuale sul costo del gasolio relativi al 2005. Sono misure che non risolvono la crisi del settore, ma possono essere una boccata d'ossigeno per la marineria siciliana, che attraversa una drammatica emergenza”.
Fra le altre misure proposte da Marinello, e sottoscritte da tutto il gruppo del Partito democratico all'Ars, vi è l'introduzione del "credito peschereccio a tasso agevolato” tramite l'Ircac, strumento analogo a quello già a disposizione di artigianati e il commercianti, e la predisposizione di un disegno di legge organico relativo all' istituzione di una zona franca con l'attivazione della fiscalità di vantaggio per la filiera agroalimentare.


Fonte: http://www.agrigentonotizie.it/notizie/leggi/26554/ars-approva-mozione-marinello-sulla-pesca.html__
_________________________________________________________________________

venerdì, 04 luglio 2008

Ars,Marinello solo agrigentino in commissione antimafia 2008

E' Enzo Marinello (Pd) l'unico deputato regionale agrigentino nominato membro della commissione antimafia dell'Ars. Il nuovo presidente della Comissione d'inchiesta e vigilanza sul fenomeno della mafia in Sicilia, che si è composta ieri, è Calogero Speziale, vice presidente, Cataldo Fiorenza. Il segretario è Roberto Corona, gli altri componenti, oltre al giovane deputato saccente già membro della Commissione Attività produttive, sono Giulia Adamo, Salvatore Caputo, Salvatore Cordaro, Nicola D'Agostino, Orazio D'Antoni, Raffaele Giuseppe Nicotra, Giuseppe Picciolo, Concetta Raia e Fortunato Romano.

Fonte: www.agrigentonotizie.it/notizie/leggi/26346/arsmarinello-solo-agrigentino-in-commissione-antimafia.html

_____________________________________________________________________________

giovedi, 18 giugno 2008

Regione, Marinello (PD): snellire procedure per riconoscimento pratiche invalidità civile e per versamento contributi economici


“Bisogna snellire le procedure per il riconoscimento dell’invalidità civile, oggi in Sicilia sono talmente lente che a volte la pratica si chiude quando ormai il beneficiario è deceduto. E soprattutto, una volta riconosciuto lo ‘status’ di invalido, bisogna procedere velocemente al pagamento dei benefici”.
Lo dice Vincenzo Marinello, deputato regionale del Partito Democratico, che ha presentato un’interpellanza al presidente della Regione e all’assessore per la Sanità per chiedere, fra l’altro, di “stipulare una convenzione tra la Regione e l’Inps, per affidare a quest’ultimo le attività relative alla concessione o alla revoca delle assegnazioni economiche in materia di invalidità civile, e le relative modalità di liquidazione”.
Marinello chiede inoltre di “stipulare un protocollo d’intesa per garantire un periodo di sperimentazione finalizzato all’applicazione di nuove metodologie organizzative e per ottimizzare la qualità dei servizi”.

fonte: ufficio stampa a.r.a. - PD ARS

_____________________________________________________________________________

Giovedì 05 giugno 2008

Pesca, deputati PD incontrano delegazione marinerie siciliane
“Proporremo mini-manovra e istituzione zona franca in Sicilia”


Una delegazione di parlamentari regionali del Partito Democratico, guidata dal presidente del Gruppo Antonello Cracolici, ha incontrato questo pomeriggio all’Ars una rappresentanza degli operatori delle marinerie siciliane che protestano di fronte il Parlamento regionale contro la crisi del settore, determinata principalmente dall’aumento del costo del gasolio.

“Nel rispetto delle regole comunitarie – ha detto Cracolici – sosterremo una mini-manovra, da attuare tramite una legge di variazioni di bilancio, per varare un aiuto straordinario alle marinerie siciliane. Il governo e il parlamento regionale – ha aggiunto - non possono rimanere immobili di fronte a questa emergenza che è economica, ma anche sociale”.

“Proporremo – ha detto Vincenzo Marinello, primo firmatario di una mozione già presentata dal PD all’Ars - l’adozione di misure di sostegno al reddito e interventi di carattere strutturale per il settore: una delle possibili strade, che sottoporremo al governo regionale, è l’istituzione di una zona franca in Sicilia per la filiera agroalimentare. Le marinerie – ha concluso Marinello - attraversano una crisi, generale, ma nella nostra regione è più grave che altrove, soprattutto a causa della mancanza di infrastrutture”.

fonte: ufficio stampa a.r.a. - PD ARS


___________________________________________________________________________

mercoledì 04 giugno 2008

Caro-gasolio, Marinello (PD): la Regione disponga fermo biologico
e contributi sul carburante per superare la crisi della marineria siciliana


“La Regione Siciliana predisponga il fermo biologico e proceda immediatamente al pagamento dei contributi a percentuale sul costo del gasolio relativi al 2005. E’ evidente, si tratta di misure ‘tampone’ che non risolvono la crisi del settore, ma possono essere una vera e propria boccata d’ossigeno per la marineria siciliana, per superare questa emergenza”. Lo dice Vincenzo Marinello, deputato regionale del Partito Democratico, che ha presentato una mozione all’Ars, sostenuta da tutti gli altri deputati del PD, in merito alla crisi della marineria siciliana dovuta principalmente al caro-gasolio.
“L’elevato prezzo del gasolio e gli altri problemi che investono il comparto – dice Marinello - vanno affrontati dalla Comunità Europea con un preciso piano d’azione, tuttavia la Regione può e deve adottare provvedimenti urgenti per impedire che la crisi precipiti in via definitiva sino al blocco del comparto e dell’intera filiera agro-alimentare”.
Fra le altre misure proposte da Marinello vi è l’introduzione del ‘credito peschereccio a tasso agevolato’ tramite l’Ircac, strumento analogo a quello già a disposizione di artigianati e il commercianti, e la copertura da parte della Regione dei contributi relativi agli anni 2006, 2007 e 2008.

fonte: ufficio stampa a.r.a. - PD ARS

___________________________________________________________________________

lunedì 19 maggio 2008

Crisi Pesca: interviene Marinello

Il deputato regionale Vincenzo Marinello proporrà al Pd di realizzare il “governo regionale ombra”, sulla falsariga di quanto avvenuto a Roma. Un'iniziativa, quella di Marinello, che tende a misurare la reale capacità di governo della Giunta Lombardo rispetto ai problemi più importanti, a partire dalla filiera agroalimentare.

Ma è sulla pesca che Marinello rilancia i temi che di recente sono culminati con la proclamazione da parte di tutte le marinerie siciliane di un nuovo stato di agitazione.

Per Marinello occorre rivedere la legge quadro sulla pesca. Una buona normativa però mai realmente attuata anche perché non dotata degli strumenti finanziari necessari.

fonte: www.rmk.it
___________________________________________________________________________

sabato 17 maggio 2008

Considerazioni del deputato Marinello

Siamo in presenza di un fatto politico, e i fatti politici non si affrontano nelle conferenze stampa ma nella sede istituzionale, ossia il Consiglio Comunale. E' questa la presa di posizione del deputato regionale del Partito Democratico Vincenzo Marinello, che in un documento interviene sulla querelle venuta fuori nei giorni scorsi tra il sindaco Turturici e l'on. Mannino.

Marinello parla di “crisi politica dell'Amministrazione Turturici”, evidenziando che una parte della coalizione che nel 2004 ha vinto le elezioni a un anno dalla scadenza del mandato dichiara di lasciare la maggioranza e di passare all'opposizione. «Mannino è un personaggio autorevole – aggiunge Marinello – e anche se le sue rimanessero dichiarazioni isolate la valenza politica rimane tutta».

Per Marinello poi la conferenza stampa del sindaco equivale ad una legittima difesa del proprio operato, pur non affrontando tuttavia il nodo politico costituito dalla perdita di un pezzo significativo della porpria maggioranza.

Il neodeputato regionale del Pd poi ritiene che quanto avvenuto determinerà possibili futuri sviluppi, e auspica che il sindaco chiarisca la situazione in Consiglio Comunale.

Ma per Vincenzo Marinello ci sono altri due fatti politici che vanno approfonditi. Il primo è costituito dalla posizione, che Marinello definisce “molto originale”, del Vice Presidente del Consiglio Comunale Ignazio Messina, che alla Camera è con il centrosinistra e a Sciacca è con il centrodestra. Marinello ironizza accusando Messina di “sdoppiamento della personalità”.

C'è poi la questione del Vicesindaco Giuseppe Segreto. A giudizio di Marinello il risultato politico del 13 e 14 aprile ha segnato la scomparsa del Nuovo Psi.

«Ma i socialisti ci sono sempre – dice rispettosamente Marinello – e con loro va sviluppata una adeguata iniziativa politica, tanto più che il nuovo Psi aderendo alla costituente socialista ha abbandonato la posizione politica precedente che lo vedeva alleato di Berlusconi.

Anche questo evidenzia per Marinello che non c'è più la maggioranza politica del 2004 a prescindere dai numeri. Un fatto che dovrebbe indurre chi di competenza a trarre le doverose conclusioni politiche

fonte: www.rmk.it
___________________________________________________________________________

sabato 17 maggio 2008

Sciacca, Marinello "bacchetta" il sindaco Turturici

Il neo-deputato regionale, Enzo Marinello, interviene sulla situazione politica di Sciacca dopo la bagarre di questi giorni tra l'ex ministro Calogero Mannino, che ha chiesto all'Udc di uscire dalla maggioranza consiliare e passare all'opposizione, e il sindaco Mario Turturici, che ha replicato a Mannino in una conferenza stampa.

"Non importa – sostiene Marinello - quanti siano i soggetti che si adegueranno alle dichiarazioni di Mannino, anche se dovessero restare dichiarazioni isolate, l'autorevolezza della fonte conserva ugualmente la valenza politica del fatto. La conferenza del sindaco – prosegue in una nota il deputato saccense - è una legittima difesa del proprio operato, ma non affronta il nodo politico, costituito dalla perdita di un pezzo significativo ed autorevole della propria maggioranza. Per il ruolo che gli elettori mi hanno conferito, non posso non intervenire sul fatto politico, foriero di possibili futuri sviluppi, ben al di là della contingenza consiliare".

"Il fatto politico – sostiene il deputato di Sciacca - non si affronta in una conferenza stampa, ma nella sede istituzionale propria, che è il Consiglio comunale. Ritengo doveroso – afferma Marinello - sollecitare il sindaco ad affrontare in quella sede il nodo politico, per chiarire la situazione a tutta la città. Chiarimento reso ancor più necessario da altri due eventi politici: la posizione del vice presidente del consiglio comunale Ignazio Messina, alleato del centrodestra a Sciacca e deputato nazionale di Italia dei valori che si colloca all'opposizione a Roma.

"Il secondo evento – continua - riguarda il vice sindaco Giuseppe Segreto, candidato a sindaco del nuovo Psi nel 2004. Il risultato politico dello scorso aprile ha segnato la scomparsa di questo partito dalla scena parlamentare, ma i socialisti ci sono e con loro va sviluppata una adeguata iniziativa politica, tanto più che il nuovo Psi, aderendo alla costituente socialista, ha abbandonato l'alleanza con Berlusconi. Anche questo dato evidenzia che al Comune non c'è più la maggioranza politica del 2004, a prescindere dai numeri. A chi di competenza trarre le doverose conclusioni politiche".

Fonte: http://www.agrigentonotizie.it
___________________________________________________________________________

mercoledì 7 maggio 2008

PARLA L'ON.VINCENZO MARINELLO: «DEDICO LA VITTORIA ALLA MEMORIA DI MIO PADRE».
TONI CONCILIANTI DEL NEODEPUTATO NEI CONFRONTI DI GIOVANNI MANZULLO


«Dedico la mia vittoria alla memoria di mio padre e a tutta la mia famiglia». Sono queste le prime parole dette dal saccense Vincenzo Marinello pochi minuti dopo la proclamazione a deputato regionale del Partito Democratico. Non c'erano più dubbi da giorni che in provincia di Agrigento fosse scattato l'ottavo seggio. Anche se dall'opposizione Marinello ha annunciato un forte impegno in favore delle risorse produttive, soprattutto pesca e agricoltura. Marinello ha poi parlato del caso scoppiato dentro il Pd agrigentino a seguito della denuncia del deputato uscente Giovanni Manzullo per il quale ci sarebbero state irregolarità nell'attribuzione di voti a suo giudizio “non dovuti” a favore di Marinello. «Bisogna avere fiducia negli organi preposti ai controlli, io in questi giorni ne ho avuta tanta”, ha detto Vincenzo Marinello. Il quale parlando di Manzullo ha aggiunto: «da lui che ha tre legislature alle spalle questo atteggiamento non me l'aspettavo, ma sono sicuro che in futuro ci chiariremo». Marinello ha poi annunciato che non si dimetterà da consigliere comunale, aggiungendo che in vista del 2009 bisognerà lavorare alla riunificazione del Centro Sinistra, obiettivo raggiungibile solo se il neodeputato Ignazio Messina chiederà sin da subito ai suoi assessori di uscire dalla Giunta di Centro Destra guidata da Mario Turturici.

Pubblicato da massimo.dantoni@virgilio.it
___________________________________________________________________________









Segreteria Parlamentare On. Vincenzo Marinello
92019 Sciacca (Ag)
Via Cremona, 6
Tel./Fax: 0925-24378---0925-86885
email:vmarinello@ars.sicilia.it - info@vincenzomarinello.it


Biografia | Programma | Attività parlamentare | Attività consiliare | Area Stampa | Link utili | Contatti |


Concept & design by www.comunicas.it